Roberto Benigni e la moglie non hanno avuto figli: i seri motivi

1233

Roberto Benigni e la moglie Nicoletta Braschi non hanno mai avuto figli, ma c’è un motivo molto serio.

Roberto Benigni

Conosciamo tutti Roberto Benigni, uno dei più grandi artisti del nostro tempo, non solo attore riconosciuto e stimato nel nostro Paese, proprio nel 2021 ha visto il Leone d’Oro alla carriera della 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, ma la sua grandezza è conosciuta anche a livello internazionale.

Roberto è un uomo di una creatività senza confini, un intelletto invidiabile e, non è azzardate definirlo, una delle menti più brillanti che il nostro Bel Paese possa vantare. Non a caso uso il termine Bel Paese, espressione inventata dall’Alighieri e scritta per la prima volta nella Divina Commedia.

Il sommo poeta per antonomasia, si sa, è una delle più grandi passioni e amori di Benigni, sono famose sono le sue interpretazioni della Divina Commedia rese attuali dal suo incredibile genio. Ma Dante non è di certo al primo posto nel cuore di Roberto.

Roberto Benigni e Nicoletta Braschi rappresentano l’amore, quello vero, duraturo, proprio durante la premiazione a Venezia, il grande attore ha fatto un discorso commovente e una vera dedica d’amore alla sua compagna di una vita, “Vogli dedicare qualche momento del mio discorso alla mia attrice prediletta: Nicoletta Braschi. A lei non posso nemmeno dedicarle questo premio, perché il premio è suo. Abbiamo fatto tutto insieme per quarant’anni ininterrotti di lavoro. Io conosco una sola maniera di misurare il tempo: con te e senza te”.

Ha poi continuato, “Ma ci possiamo dividere il premio: io prenderei la coda mentre le ali sono tue perché se qualche volta nel lavoro che ho fatto qualcosa che ha preso il volo è grazie a te, al tuo talento e al tuo mistero”.

Roberto Benigni

Roberto e sua moglie sono un vero simbolo del cinema italiano, compagni nella vita e sul lavoro, fin dai loro inizi si sono sempre mostrati innamoratissimi, sono innumerevoli i film che hanno fatto insieme e alcuni sono realmente passati alla storia, indimenticabile quel “buongiorno principessa”, del film La vita è bella del 1997, vincitore di tre Premi Oscar, miglior film straniero, miglior attore protagonista e miglior colonna sonora.

La loro storia d’amore è un film lungo una vita, hanno deciso di convolare a nozze nel 1991, ma in tutta questa storia la coppia non ha mai avuto figli e la spiegazione è molto profonda.

Roberto Benigni e Nicoletta Braschi non hanno mai avuto figli

La verità sul perché la coppia non ha mai avuto figli arriva proprio dall’attrice Nicoletta Braschi, che ha deciso di raccontare una parte importante e molto personale della loro vita, che può essere di esempio per molte famiglie spesso schiacciate della pressione che viene attribuita a questa scelta di vita. Così Nicoletta racconta ciò che li ha spinti, o meglio sarebbe dire, trattenuti dal mettere al mondo dei figli.

Quello che la società ci vuole inculcare da quando siamo piccoli è che avere figli sia il momento più bello della vita di una coppia, soprattutto di una donna, qualcosa che ti può cambiare nel profondo.

E questo sicuramente è vero per tutte quelle persone che sentono forte questo desiderio, inoltre bisogna sempre ricordarsi di tenere un occhio di riguardo per tutte quelle coppie che cercano per anni di avere figli senza riuscirci, un dolore profondo, ancora più sentito per via della pressione esterna, che vede nella coppia senza figli qualcosa che non va. Sgradevolissime le frasi come “ma quando li fate dei figli?”.

Bisogna sempre ricordarsi che davanti a sé si ha che fare con esseri umani spesso sensibili, che hanno una storia magari dolorosa e che nella maggior parte del caso non conosciamo, quindi sarebbe sempre preferibile non invadere la sfera privata degli individui a meno che non siano loro a volerne parlare.

In questo caso Nicoletta ha deciso di parlarne perché forte della sua posizione ha potuto lanciare un messaggio, nonostante un matrimonio stabile, possibilità economiche che avrebbero potuto garantire sicurezza e mezzi per crescere dei figli, ha deciso di non averne.

La donna dice di non essere fatta per fare la mamma, di non sentire l’istinto materno, “Ci vuole tantissima maturità per rendersi conto quando una cosa non fa per noi, prima di ritrovarci in situazioni che non sappiamo gestire e da cui è impossibile tirarsi fuori”.

Un segnale a dimostrazione che scegliere di non aver figli non è uno stigma, ma, anzi una decisione responsabile da rispettare e di cui non bisogna vergognarsi o sentirsi in difetto di fronte a una società che vuole raccontarci un’altra storia.

Tra l’altro, nel nostro Paese, moltissime donne sono costrette a scegliere tra carriera e famiglia, dimostrando che di strada da fare ne abbiamo ancora tanta prima di arrivare a delle vere pari opportunità. Ma grazie a donne forti come Nicoletta, che non hanno paura di esporsi a favore di un mondo più giusto, possiamo iniziare a intravedere la luce in fondo al tunnel.