Addio Elisabetta II, ecco perché la regina non vuole stare a Buckingham Palace

646

Da quando il suo amato marito, il principe Filippo è morto lo scorso 9 aprile, la regina risiede principalmente al castello di Windsor, evitando la sua residenza ufficiale di Buckingham Palace. Però in realtà sembrerebbe che la regina Elisabetta II non abbia mai voluto davvero vivere nel grande palazzo nel centro di Londra. Ma come mai?

Come riportato dalla biografa reale Penny Junor nel suo libro The Firm, la Regina è da moltissimo tempo che non vuole stare nella residenza Buckingham Palace, si racconta nelle pagine del libro che la stessa voleva continuare a vivere nella residenza di Clarence House addirittura fin dopo la morte di suo padre.

Non poteva però restare in quella dimora ed è stato in realtà proprio Sir Winston Churchill a incoraggiare fortemente il trasferimento a Buckingham Palace.
quello che si legge tra le pagine è, “Nessuno di loro voleva andarsene da quella dimora. Amavano Clarence House; era una casa di famiglia, ma Winston Churchill, che era allora primo ministro, insistette per tornare a Buckingham Palace”.

La scontentezza della regina nel doversi trasferirsi dalla sua prima casa dove ha vissuto anche con suo marito, per andare a Buckingham Palace è una storia che è stata rappresentata anche nello show di Netflix, The Crown.

LEGGI ANCHE -> The Crown stagione 5: tutto quello che sappiamo finora, data di uscita, trama, cast

La monarca è chiaramente molto affezionata al castello di Windsor, che vanta più di 44.90000 metri quadrati di spazio e al suo interno è possibile trovare oltre 1000 stanze, ha però scelto di trascorrere la maggior parte della pandemia di Coronavirus nell’antica proprietà di 900 anni insieme al suo imponente staff formato da ben 22 membri.

Il castello è stato anche il luogo dove suo marito, il Duca di Edimburgo, ha trascorso gli ultimi giorni della sua lunga vita arrivando quasi a 100 anni, e secondo il Telegraph questi ultimi momento della vita del sovrano consorte sono trascorsi nella pace e nella serenità cn una calda coperta sulle ginocchia e il sole a scaldargli il viso.

È molto probabile che Sua Maestà decida di passare ancora parte del periodo dedicato alla sua festa a Sandringham, ma al contempo è anche stato riferito che al personale reale è stato detto che sarà il castello di Windsor la dimora di riferimento permanente per il futuro della regina e che quindi non potrà restare al castello di Windsor.

La monarca 95enne probabilmente resterà con sempre meno frequenza a Buckingham Palace, scegliendo di passarci solo per importanti incontri di lavoro a Londra. La pandemia ha mostrato anche a Sua Maestà la comodità di poter comunicare virtualmente, quindi è possibile che le videochiamate reali continuino.