Euphoria 3 sarà l’ultima l’ultima stagione? Casey Bloys di HBO rilascia una dichiarazione

380

Il Chief Content Officer della HBO, Casey Bloys, commenta il fatto che la terza stagione di Euphoria, dramma adolescenziale di successo, sarà o meno l’ultima.

Casey Bloys, Chief Content Officer della HBO, ha parlato a proposito della terza stagione di Euphoria e se sarà l’ultima o meno. Il dirigente, che ha supervisionato la produzione di molti spettacoli di successo per l’emittente, tra cui The White Lotus, L’assistente di volo – The Flight Attendant e I May Destroy You, ha precedentemente dichiarato che il dramma avrebbe avuto una durata relativamente breve.

Euphoria, che si occupa delle vite e dei problemi di un gruppo di studenti delle scuole superiori, è stato appena rinnovato per una terza stagione.
Una co-produzione tra HBO e i beniamini dei film indie, A24, Euphoria ha visto un enorme successo tra il pubblico giovane e ha attirato 13,1 milioni di spettatori per la prima della seconda stagione a gennaio.

Lo show è interpretato da Zendaya di Spider-Man: No Way Home, che funge anche da narratore, insieme a Maude Apatow, Angus Cloud, Sydney Sweeney, Hunter Schafer e Alexa Demie, che sono diventati tutti nomi noti, soprattutto tra il pubblico online.

Su Twitter, Euphoria è lo show più seguito, con più del doppio degli ascolti di Non siamo più vivi di Netflix. Parte del fascino dello show è la sua riferibilità, che deriva dalla giovane età del cast principale, con la maggior parte di loro ventenni.

Bloys ha fatto riferimento a questo nei suoi precedenti commenti sul numero di stagioni che Euphoria potrebbe avere, sottolineando che vuole che i giovani interpretino ruoli giovani e che non pensa che il pubblico voglia “trentenni che interpretano adolescenti”.

Ora, Bloys ha rilasciato una dichiarazione se la terza stagione di Euphoria sarà o meno l’ultima. Parlando a TVLine, ha spiegato che la HBO ha intenzione di adottare un approccio distaccato, fidandosi di dove i produttori e il cast vogliono portare i personaggi. Ha spiegato che permetteranno al team creativo di “aprire la strada”.

La sua dichiarazione, “Lascerò che il produttore esecutivo Sam Levinson e Zendaya ne parlino”, ha detto Bloys a TVLine. “Sono molto contento per quello che hanno pianificato per la stagione 3. Quindi lascerò questo a loro. Dirò, in generale, che ci fidiamo di dove vogliono portare questi personaggi. Quindi lasceremo che sia il team creativo a guidare la strada”.

Considerando la reazione positiva che lo show ha raccolto e i livelli astronomici di hype che attualmente circondano Zendaya, sarebbe sciocco per la HBO dichiarare apertamente che stanno limitando le stagioni future, dato che il valore netto dell’attrice è recentemente salito alle stelle per via delle apparizioni non solo in No Way Home ma anche nel mega blockbuster di Denis Villeneuve, Dune.

LEGGI ANCHE -> Spider-Man: No Way Home, Tom Holland vola nel multiverso. Recensione

Non sorprende quindi che Bloys la menzioni come uno dei fattori chiave per decidere se perseguire o meno una terza stagione, affermando che “è difficile immaginare di fare lo show senza di lei”, ma sostenendo che sarebbe qualcosa da discutere tra lei e il team di produzione.

Bloys ha comunque assicurato che Zendaya sarà presente nella terza stagione.
Il tempo ci dirà se Euphoria andrà oltre la terza stagione. L’approccio hands-off è un benvenuto nel mondo spesso corporatizzato della TV, ma se la prossima stagione è così popolare come quella attuale, ci saranno sicuramente alcuni spacciatori alla HBO che chiederanno a gran voce di continuare a far girare il treno dei soldi.

Nel frattempo, ci sono ancora due episodi da mandare in onda nella seconda stagione di Euphoria.