Addio a Luca Zingaretti, l’annuncio ha sconvolto i fan che ancora sperano

645

Luca Zingaretti ha detto definitivamente addio, questo ha lasciato i suoi fan terribilmente triste per annuncio.

Luca Zingaretti

Luca Zingaretti, nato a Roma l’11 novembre 1961, muove i primi passi nel mondo dello spettacolo da piccolissimo, già a nel 1987 esordisce al cinema ne Gli occhiali d’oro di Giuliano Montaldo, ben preso viene notato per il suo incredibile talento e tra le prime produzioni a cui prende parte troviamo anche la miniserie Il giovane Mussolini di Gianluigi Calderone, in cui interpreta il socialista Pietro Nenni, i lavori a Luca non mancano e le grandi soddisfazioni anche, la sua è una carriera in continua crescita.

L’occasione della vita gli si presenta quando nel 1999 viene scelto per interpretare Salvo Montalbano nella serie tv iconica Il commissario Montalbano, tratta dai popolari romanzi e racconti di Andrea Camilleri. Il resto è storia.

Un ruolo che ha portato avanti per anni con grande passione e dedizione, Zingaretti è diventato a tutti gli effetti, per gli italiani, il volto del Commissario Montalbano, tanto amato dai fedeli lettori dei romanzi, quanto dal pubblico arrivato attraverso il piccolo schermo.

Ma come tutte le cose belle, prima o poi finiscono, e così sembra essere definitivamente finito questo capitolo di storia televisiva, anche se abbiamo tanto sperato in un ripensamento.

Alla morte del compianto Andrea Camilleri, Luca Zingaretti ha preso una decisione che ha lasciato i fan con il cuore spezzato, non solo per la grande perdita, sia artistica, che culturale del grande scrittore, ma anche perché lo stesso attore ha annunciato che non avrebbe più interpretato il personaggio nelle successive sceneggiature.

Le motivazioni legate a questa scelta non sono da considerare così ovvie, sicuramente, come lo stesso Luca ha tenuto a precisare, l’addio al personaggio vuole essere un segno di doveroso rispetto verso lo scrittore che ha dato vita e anima al personaggio di Montalbano, ma questa non è l’unica ragione.

L’addio di Luca Zingaretti che spiazza i fan

Forse non tutti sanno che Luca Zingaretti ha iniziato la sua carriera agli inizia degli anni Ottanta, il teatro era il suo mondo ed è stato alla recitazione proprio da Andrea Camilleri, sua professore. Nonostante ormai per tutto Luca sia a tutti gli effetti Montalbano, in realtà l’attore romano ha in curriculum innumerevoli lavori da lui diretti e interpretati che lo hanno portato a importati riconoscimenti.

Tra i suoi lavori più apprezzati troviamo ‘Vite spezzate’, ‘La piovra’ e ‘Perlasca’, riceve l’onorificenza di ‘Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica italiana’ nel 2003, ma è fuori discussione che il grande amore del pubblico lo ha ricevuto proprio grazie alla serie ‘Il commissario Montalbano’, però Luca ha definitivamente deciso che questo capito della sua vita è chiuso.

Come detto sopra, non solo per rispetto all’autore Andrea Camilleri, ma le motivazioni sono diverse, lo stesso spiega, “Il mio amico regista Alberto Sironi non c’è più e, tra l’altro, neanche il produttore scrive più”, poi Luca prosegue, “Per me è stata un’esperienza meravigliosa, ma credo sia volta al termine, proprio per il massimo rispetto verso di loro”, questo è quando ha detto per mettere definitivamente la parola fine al capitolo.

Luca Zingaretti

Nonostante sembrerebbe che il cast avesse già firmato una specie di pre-contratto per proseguire nella produzione di sceneggiature, senza la figura principale possiamo dire addio per sempre al commissario Montalbano.

Nonostante sia passato del tempo è ancora difficile fare i conti con questa terribile mancanza, forse ancora c’è qualcuno che spera in un ripensamento, in ogni caso Montalbano ci manca molto, come manca terribilmente a tutti Camilleri.