Lutto per Ornella Muti: “È molto dura…”, l’attrice sconvolta dal dolore

640

Ornella Muti ha raccontato un lutto che l’ha sconvolta e sottolineando quanto sia difficile per lei affrontare questo dolore e andare avanti. Ecco cosa sappiamo. 

Ornella Muti

Ornella Muti è sempre stata una delle attrici più amate dagli italiani, tra le più autorevoli nel mondo del cinema italiano e anche una delle più brave. Lo dimostrano i premi vinti nel corso della sua lunga carriera, come per esempio una Targa d’oro ai David di Donatello, il Ciak d’oro speciale (2018), tre Globi D’Oro, e due Nastri d’argento come migliore attrice protagonista. Ha ricevuto, inoltre tre candidature come migliore attrice protagonista ai David di Donatello  e una come migliore attrice agli European Film Awards nel 1988. Ornella Muti ha lavorato con i più grandi registi internazionali interpretando diversi generi, fra i registi che ha incontrato lungo il percorso ricordiamo Mario Monicelli, Francesco Nuti, Paolo Virzì e Woody Allen.

Il suo esordio cinematografico è avvenuto all’età di quattordici anni quando fu scelta da Damiano Damiani come protagonista del suo film La moglie più bella, ispirato alla vicenda di Franca Viola, di Alcamo in Sicilia, a prima donna a rifiutare un matrimonio riparatore. Si trattò di un esordio fortunato che le fruttò diversi ruoli in seguito, sia in Italia che all’estero e in fotoromanzi, nei quali è accreditata come Francesca Rivelli, insieme con la sorella.

Ma l’incontro più importante per Ornella Muti fu quello del 1974, quando Mario Monicelli la volle nel film Romanzo popolare con il grande Ugo Tognazzi nei panni  dell’operaio milanese Basletti. Il film, come molti del Maestro Monicelli ebbe un grande successo sia di pubblico che di critica e Muti raggiunse ufficialmente la notorietà tanto da partecipare a diverse pellicole importanti come Flash Gordon, Storia di ordinaria follia, Il bismetico domato, Innamorato pazzo e L’amante bilingue

Il 1994 fu l’anno in cui venne proclamata dona più bella  del mondo dalla rivista statunitense Class. Sul fronte amoroso l’attrice ha avuto numerosi flirt fra cui José Luis Bermúdez de Castro, produttore cinematografico con il quale ha vissuto una splendida storia d’amore dalla quale nacque sua figlia Naike Rivelli. Alcuni anni dopo, Ornella incontra Federico Fachinetti che sposa nello stesso anno ma il loro matrimonio dura fino al 1996.

In seguito l’attrice è stata legata al chirurgo plastico Stefano Piccolo, una storia durata dieci anni e su cui lei ha detto: “Tutta la mia vita passava attraverso di lui. È stato il mio errore”. 

Ornella Muti ha avuto una vita piena e ricca di cose davvero belle, la vita di una diva ma anche quella di una donna come tante che ha amato e perso e proprio la perdita di una persona molto importante è stata un grande lutto difficile da superare.

LEGGI ANCHE -> Ornella Muti difende la figlia dagli attacchi, “Naike Rivelli è una suora”

Il lutto che le ha cambiato la vita

L’attrice ha dovuto affrontare la perdita di due persone alle quali era molto legata, sua mamma e della morte del compagno di sua figlia Carolina, colpito da una grave malattia.

L’attrice ha raccontato ogni cosa nella trasmissione di Serena Bortone, la sofferenza e lo stato d’animo con queste parole: “Il dolore più grande per me è vedere mia figlia soffrire, i miei nipoti. E’ molto dura, però ti dà la forza di capire che la cosa più importante è stare uniti, avere una famiglia che ti sostiene”.