Celebriamo i film e la musica senza tempo di Barbra Streisand

156

Barbra Streisand è una leggenda in tutto e per tutto. La cantante, attrice e regista ebrea americana è una delle poche interpreti di Hollywood ad aver ricevuto un E.G.O.T. (Emmy, GRAMMY, Oscar, Tony).

Attraverso l’ampio catalogo di lavori che ha svolto nella vita e il suo talento Barbra Streisand, è diventata un’icona per tutte le generazioni e i suoi film sono un classico intramontabile.

Quanti anni ha Barbra Streisand?

Nata a Brooklyn, New York, il 24 aprile 1942, Barbra Streisand ha ora 80 anni.

La madre di Barbra, Diana Streisand, lavorava come segretaria scolastica e suo padre, Emmanuel Streisand, era un insegnante di scuola superiore. Mentre i suoi nonni paterni emigrarono dalla Galizia (ora confine tra Polonia e Ucraina), i suoi nonni materni emigrarono dall’ex impero russo.

Quando Barbra compì un anno, Emmanuel morì per complicazioni dovute a un attacco epilettico. Sua madre si risposò poi con Louis Kind nel 1949. Barbra ha anche un fratello maggiore di nome Sheldon e una sorellastra, la cantante Roslyn Kind.

Il debutto sul palco

Dopo che Barbra Streisand si è diplomata al liceo, si è trasferita a Manhattan con gli amici per intraprendere la carriera di attrice. Mentre svolgeva vari lavori contemporaneamente, Barbra fu incoraggiata a partecipare a un talent show in una discoteca gay, Lion, dove eseguì due canzoni. Dopo aver vinto il concorso, Barbra ha continuato a cantare nel club per molte settimane, guadagnandosi infine un concerto di cantante professionista al nightclub Bon Soir.

Barbra Streisand debutta a Broadway nella produzione del 1961 di I Can Get It For You Wholesale, dove ha vinto un Drama Critics Award ed è stata nominata per un Tony Award. Nel 1964, ha interpretato il ruolo iconico di Fanny Brice nel musical Funny Girl. Nello stesso anno, la performance di Barbra nel ruolo di Fanny Brice le è valsa una nomination al Tony come migliore attrice protagonista in un musical.

Barbra Streisand prosegue la carriera musicale

Nel 1962, Barbra Streisand firmò con la Columbia Records e pubblicò il suo primo album, The Barbra Streisand Album. Raggiungendo la posizione numero otto nella classifica Billboard Pop Albums, ha vinto due GRAMMY Awards, tra cui Album of the Year e Best Female Vocal Performance. Barbra ha poi pubblicato altri album come The Second Barbra Streisand Album (1963), The Third Album (1964) e My Name is Barbra (1965).

Con un repertorio di canzoni teatrali, musica in stile cabaret e brani pop, il catalogo di Barbra comprende 50 album registrati. Il suo album più recente è Walls, uscito nel 2018.

Barbra Streisand ha il tipo di voce immediatamente riconoscibile per cui la si sente cantare e si capisce in due note che si stratta di lei. Il critico jazz Whitney Balliett ha scritto nella sua recensione sul New Yorker del 1994 sulla voce distinta del mezzosoprano:

“Streisand è un contralto con un paio di ottave a sua disposizione, e stupisce i suoi ascoltatori con la sua dinamica astuta (dolce nell’orecchio qui, gomitata là), la sua bravura si arrampica, il suo vibrato rotolante e il singolare Streisand -dalla qualità nasale di Brooklyn della sua voce, una voce a suo modo immediatamente riconoscibile come quella di Louis Armstrong”.

Canzoni di Barbra Streisand

Barbra Streisand è naturale mentre esegue canzoni teatrali classiche, tra cui Happy Days Are Here Again di Milton Ager e Jack Yellen. In un momento indimenticabile al The Judy Garland Show nel 1963, Barbra eseguì la canzone in un duetto con la stessa Judy.

Barbra Streisand ha ricordato il momento indimenticabile in un tweet del 2019:

“Un momento speciale della mia carriera. Lei è stata incredibile. Completamente unica”.

Nel corso della sua carriera, Barbra ha avuto 41 singoli nella Billboard Hot 100. Alcune di queste canzoni includono People (1964), The Way We Were (1974), Evergreen (1977) e Guilty (1981). Uno dei suoi inni più popolari è il successo di Funny Girl, Don’t Rain On My Parade. Vari artisti e artisti hanno coperto la melodia iconica, come l’attrice Lea Michele nella serie TV musicale Glee.

Ancora non ci credo, ho sentito davvero Lea Michele cantare la mia canzone. 

Anche se il numero è stato rifatto da così tante persone, qualcosa di esaltante nel sentire Barbra Streisand cantare le parole: “Ehi, signor Arnstein. Eccomi qui!”

Funny Girl (1968)

Dopo aver interpretato il ruolo di Fanny Brice a Broadway, Barbra Streisand ha ripreso il personaggio, ma questa volta per il grande schermo. Il film commedia musicale biografico è un adattamento dell’omonimo musical di Broadway.

Diretto da William Wyler, il film segue vagamente la vita e la carriera dell’attrice e comica di Broadway Fanny Brice e la sua relazione complicata con l’imprenditore e giocatore d’azzardo Nicky Arnstein, interpretato da Omar Sharif. Il film è interpretato anche da Kay Medford, Anne Francis e Walter Pidgeon.

Come Don’t Rain On My Parade e People, il film reintroduce i brani preferiti dai fan del musical come I’m the Greatest Star e la ballata straziante My Man.

Il film ha ottenuto un successo commerciale, diventando il film con il maggior incasso del 1968 negli Stati Uniti. Ha poi ottenuto otto nomination all’Oscar nel 1969, con Barbra Streisand che ha pareggiato per la migliore attrice con Katharine Hepburn.

Ciao, Dolly! (1969)

Barbra Streisand ha interpretato un altro adattamento dal palcoscenico allo schermo con il musical del 1969 di Gene Kelly Hello, Dolly! Basata sulla produzione di Broadway del 1964, la storia si concentra su una sensale vedova di mezza età, Dolly Levi, che visita Yonkers, New York, per aiutare a trovare una corrispondenza per il milionario non sposato Horace Vandergelder.

Barbra Streisand interpreta Dolly al fianco di Walter Matthau, che interpreta Horace. Il cast comprende anche Michael Crawford, Marianne McAndrew, Danny Lockin, E.J. Peaker e Louis Armstrong.

All’inizio, le persone erano confuse sul perché un 25enne interpretasse un vedovo di mezza età, persino la stessa Barbra. Ha detto a Look Magazine nel 1969:

“Sentivo che Dolly fosse una storia di persone anziane e che avrebbero dovuto assumere Elizabeth Taylor per interpretarla. Ho pensato che sarebbe stato un grande ruolo per il suo primo musical. Ma quando tutti sembravano essere contro di me come Dolly, ho raccolto la sfida”.

Barbra Streisand ha smentito i critici quando ha ottenuto una nomination ai Golden Globe come migliore attrice in un musical o una commedia in un film nel 1969. Il film ha vinto tre Oscar per la migliore scenografia, la migliore colonna sonora di un film musicale e il miglior suono pur essendo stato anche nominato per il miglior film.

Come eravamo (1973)

Barbra Streisand e Robert Redford interpretano gli innamorati nel film del 1973 The Way We Were . Basata sul romanzo e sulla sceneggiatura di Arthur Laurents, la storia segue la relazione romantica tra una donna ebrea politicamente attiva e uno spensierato protestante anglosassone bianco. Sebbene i due siano profondamente innamorati, le loro convinzioni politiche e i loro sogni iniziano a separarli. Il film è semi-biografico, basato sui giorni del college di Arthur Laurents alla Cornell University.

Con un notevole successo al botteghino, il film ha ricevuto sei nomination all’Oscar, vincendo la migliore colonna sonora drammatica originale e la migliore canzone originale per il tema del film, The Way We Were. L’omonima colonna sonora ha raggiunto la Top 20 della Billboard 200 ed è stata certificata disco d’oro.

Nel 2002, The Way We Were è entrato nella top 10 della lista delle 100 più grandi storie d’amore di tutti i tempi dell’American Film Institute. Attualmente è al numero sei.

Nel 2010, Barbra Streisand e Robert Redford si sono riuniti per parlare con Oprah della realizzazione del film e della chimica naturale tra i due attori.

“Ricordo il divertimento che ci siamo divertiti”, dice Robert Redford di Barbra Streisand. “Ricordo che mi piacevano la sua energia e il suo spirito; è stato meraviglioso giocare fuori. Mi è anche piaciuto molto prenderla in giro. Era divertente da ragazzina”.

 

È nata una stella (1976)

Prima che Lady Gaga e Bradley Cooper salissero sul palco in A Star Is Born, Barbra Streisand e Kris Kristofferson recitarono nella loro versione nel 1976. Basato sul film originale del 1937 con Janet Gaynor e Fredric March, il dramma romantico racconta la storia di un giovane cantante Esther che si innamora di una star del rock ‘n’ roll. Mentre la sua carriera continua a prosperare, quella di lui declina.

Barbra Streisand ha lavorato con il compositore Paul Williams per creare una canzone originale per il film chiamata “Evergreen”. Il film ha poi vinto un Oscar per la migliore canzone originale nel 1977, rendendo Barbra la prima donna a vincere un Oscar per la composizione. La canzone ha anche vinto il GRAMMY per Song of the Year nel 1978.

Classificandosi come il secondo film con il maggior incasso del 1976, il film ha ricevuto altre tre nomination all’Oscar, tra cui Miglior fotografia, Miglior colonna sonora originale e Miglior suono.

Barbra Streisand e Kris Kristofferson hanno scioccato il pubblico nel 2015 quando hanno eseguito il loro duetto dal film “Lost Inside You” al concerto estivo britannico all’Hyde Park di Londra.

Yentl (1983)

Barbra Streisand ha diretto, co-scritto, co-prodotto e recitato nel musical Yentl. Il film segue Yentl Mendel, una ragazza ebrea ashkenazita in Polonia che si traveste da uomo per continuare la sua educazione alla legge talmudica dopo la morte del padre. Nel film sono presenti anche Mandy Patinkin, Amy Irving, Nehemiah Persoff e Steven Hill.

Dopo aver letto il racconto dell’autore Isaac Bashevis Singer Yentl the Yeshiva Boy nel 1968, Barbra Streisand ha voluto trasformarlo in un film. Quindici anni dopo, il film è entrato in produzione dopo un processo difficile e arduo. Barbra ha parlato con Playgirl nel 1984 delle lunghezze a cui è andata per il film:

“Ho dovuto rinunciare costantemente a tutto. Non sono stata pagata per la scrittura, sono stata pagata per la regia, che penso sia qualcosa come $ 80.000, e sono stata pagata molto meno come attrice rispetto al mio ultimo film, All Night Long (per il quale è stata pagata circa 4 milioni di dollari). E poi ho dovuto restituire metà del mio stipendio se avessimo superato il budget. Ma non mi importava. Niente contava per me, tranne che per fare questo film”.

Alla fine ne è valsa la pena. Ai Golden Globe Awards del 1983, Barbra è diventata la prima donna a vincere il premio come miglior regista. Il film ha anche vinto il Golden Globe quell’anno come miglior film in un musical o una commedia. Yentl ha vinto la migliore colonna sonora originale agli Oscar ed è stato nominato per la migliore canzone originale per Papa Can You Hear Me.

 

Meet the Fockers (2004) e Little Fockers (2010)

In Meet the Fockers and Little Fockers ossia Ti presento i miei e Mi presenti i tuoi, Barbra Streisand interpreta l’eccentrica madre di Ben Stiller. Entrambi i film comici fanno parte della serie Meet the Parents costellata di star tra cui Robert De Niro, Dustin Hoffman, Teri Polo, Blythe Danner con Owen Wilson, Jessica Alba e Laura Dern che si sono uniti per il terzo film.

Dopo il primo film Mi presenti i tuoi segue Greg e Pam Focker mentre presentano le loro famiglie l’un l’altro. Barbra Streisand interpreta Roz Focker, la madre di Greg che lavora come sessuologa per coppie anziane.

 

In viaggio con mamma (2012)

Il film più recente di Barbra Streisand è la commedia stradale di Anne Fletcher The Guilt Trip, In viaggio con mamma. Barbra interpreta Joyce, la prepotente madre di Seth Rogen. Quando il personaggio di Seth, Andy, ha la possibilità di fare un viaggio irripetibile, Joyce lo convince a lasciarla accompagnare per il viaggio. Il cast comprende anche Brett Cullen, Adam Scott, Ari Graynor, Casey Wilson e Colin Hanks.

Seth Rogan ha ricordato con affetto il suo tempo recitando al fianco di Babra Streisand quando ha parlato con The Scotsman nel 2012:

“Mi ha ricordato mia madre, anche se mia madre è più simile all’hippy che Barbra interpretava in Meet The Fockers. Mia madre a volte è inappropriata e parla troppo di sesso. Pubblicherà troppe informazioni sul suo Facebook. Ma un’intera generazione di madri si modella su Barbra. È la paziente zero delle madri ebree. E quando trascorriamo del tempo insieme, parlavamo di film, cibo e delle cose di cui parlo di solito”.

Barbra Streisand progetti imminenti: Release Me 2

In un post criptico su Twitter, Barbra Streisand ha annunciato che avrebbe presto rilasciato il suo album, Release Me 2. Il suo album del 2012, chiamato Release Me, era una raccolta di brani inediti della star. Anche se Barbra non ha spiegato ulteriormente, sembra che Release Me 2 avrà lo stesso formato.

Non vediamo l’ora di scoprire di più sul nuovo album, ma fino ad allora, beccaci a tutto volume con tutti i suoi 50 altri.

La filantropia di Barbra Streisand

Nel 1986, Barbra Streisand ha creato la sua fondazione The Streisand Foundation, dove raccoglie fondi per organizzazioni nazionali che si concentrano sulla conservazione dell’ambiente, sull’educazione degli elettori, sui diritti civili e sui problemi delle donne.

Insieme alla sua fondazione, ha donato fondi per il programma di ricerca e istruzione cardiovascolare femminile Barbra Streisand presso il Centro medico femminile del Cedars-Sinai Medical Center. Il programma lavora per identificare il modello femminile di malattie cardiache.

Nel 2020, Barbra Streisand si è unita a più star, tra cui Madonna, Robert De Niro, Joaquin Phoenix, Juliette Binoche, Cate Blanchett, Marion Cotillard, Olivia Wilde, Sting e Iggy Pop, nel chiedere un cambiamento globale ed economico in risposta alla pandemia di coronavirus .

LEGGI ANCHE – > Catherine Spaak, ci ha lasciato un’altra icona del cinema: attrice, presentatrice e cantante

L’eredità di Barbra Streisand

Barbra Streisand ha lasciato il segno a Hollywood, a Broadway e nella musica. Anche se ha avuto una carriera di successo tuttavia Barbra non va in tournée dal 2018. Nel Late Late Show con James Corden durante il segmento “Carpool Karaoke”, ha condiviso il suo ragionamento alla base di questo periodo di fermo dai tour.

“Non mi innervosisco, ma non mi diverto”, ha spiegato Barbra riguardo all’esibizione. “Mi spavento. Non voglio deludere le persone”.

Sebbene sia preoccupata di deludere le persone, sappiamo che il talento illimitato di Barbra Streisand non potrebbe mai deludere nessuno.

Barbra ha vinto numerosi premi per il suo lavoro, inclusi, a titolo esemplificativo, la National Medal of Arts (2000), l’American Film Institute Life Achievement Award (2001) e il Kennedy Center Honors (2008).

Barbra Streisand ha avuto un profondo impatto sulla cultura pop. Rachel Berry di Glee (interpretata da Lea Michele) l’ha citata come fonte di ispirazione e nel 2010, il gruppo pop canadese-americano Duck Sauce ha pubblicato una canzone intitolata “Barbra Streisand”.

I film e la musica di Barbra Streisand hanno attraversato le generazioni mentre i fan continuano a mostrare il loro amore e supporto per la star senza tempo.