Raffaella Fico, ricordate la figlia Pia avuta con Balotelli? È finita nel peggiore dei modi

639

Per Raffaella Fico è stato un vero colpo al cuore. Accade una cosa alla figlia Pia qualcosa di drammatico.  

Nonostante sia ancora molto piccola, per la figlia di Raffaella Fico e Mario Balotelli le cose sembrano essere difficili. Pia è stata protagonista di un evento davvero molto spiacevole che ha provocato a Raffaella tanto dolore.

Nata nel 2012 dalla relazione tra la Fico e il campione calcistico Balotelli, quest’anno Pia Balotelli spegnerà 10 candeline. Un traguardo molto importante per la piccola e malgrado sia così giovane deve fare i conti con i pettegolezzi e le malelingue a causa della fama dei propri genitori. È la stessa Raffaella Fico a raccontare di un avvenimento in particolare.

Una brutta esperienza che ha voluto condividere durante la sua partecipazione all’edizione del Grande Fratello Vip dello scorso anno. Infatti, nel momento in cui la showgirl ha attraversato la porta rossa, più di una volta ha parlato della figlia e di quanto bello sia il rapporto che le unisce. Non ha potuto però fare a meno di raccontare un evento che l’ha particolarmente colpita e che, soprattutto, l’ha fatta molto soffrire.

Raffaella Fico sua figlia e l’attacco inaspettato

Il fatto è avvenuto tra le mura scolastiche, un luogo in cui si dovrebbe insegnare ai bambini la tolleranza e l’uguaglianza. Nonostante ciò, alla piccola Pia, sono state rivolte delle parole molto dure insieme ad alcuni gesti capaci di spezzare il cuore ad una madre. Si è trattato di episodi di razzismo e in più di un’occasione la stessa Raffaella è venuta a conoscenza del fatto che non volevano dare la mano alla figlia Pia perché, secondo loro, la bambina puzzava.

Raffaella ha poi raccontato anche di un avvenimento molto triste in cui sono state rivolte delle parole molto forti. Che nessun uomo o donna dovrebbe mai pronunciare, né di fronte ai bambini né ad una persona adulta. “Tu sei una ne*ra di merd*, tu porti le infezioni, non ti posso dare la mano e prestare i miei giocattoli”, il commento riportati anche da ilsussidiario”.

Pia voleva comprendere il significato delle parole rivolte, cercando di capire cosa voglia dire la parola ne*ra. Ed è proprio a quel punto che, Raffaella, si è trovato in grande difficoltà perché non aveva pensato in che modo affrontare questo tipo di argomento con la figlia.

Nonostante siamo in un periodo storico in cui si parla di inclusione, ancora oggi accadono degli avvenimenti del genere. La speranza di Raffaella Fico è quella che le persone possano maturare anche se teme che la figlia Pia possa trovarsi di fronte, ancora una volta, a situazioni di razzismo.