Better Call Saul 6, Giancarlo Esposito racconta il flashback di Kim dell’episodio 6

379

La star e regista di Better Call Saul Giancarlo Esposito racconta il flashback di Kim Wexler della sesta stagione, episodio 6.

Better Call Saul 6

Giancarlo Esposito, uno dei protagonisti (e registi) di Better Call Saul, racconta il flashback di Kim Wexler della sesta stagione, sesto episodio. La serie prequel di Breaking Bad è tornata sugli schermi di netflix il mese scorso con una première di due episodi che ha dato il via alla sua sesta e ultima stagione.

Il trafficante di narcotici Gus Fring, interpretato da Esposito, ha iniziato la sesta stagione facendo piazza pulita del suo fallito attentato contro il capo della famiglia Salamanca, Lalo (Tony Dalton), e da allora ha creato una vasta rete di sorveglianza in attesa dell’eventuale ritorno del suo rivale ad Albuquerque.

Nel frattempo, Jimmy McGill (che ora esercita la professione di avvocato con il nome di Saul Goodman) e la sua fedele confidente Kim Wexler (Rhea Seehorn) hanno iniziato a mettere in atto il loro piano per rovinare la carriera di Howard Hamlin (Patrick Fabian). Sebbene all’inizio gran parte del loro piano sia rimasto un mistero, è diventato più evidente a ogni episodio che passa anche se ancora molto oscuro.

Better Call Saul 6

Piantando i semi nella mente di Clifford Main con numerosi incidenti passati, Jimmy e Kim progettano di usare uno psicofarmaco su Howard per provocare un suo sfogo in stile “Chicanery” all’udienza del caso Sandpiper, facendolo apparire squilibrato e inetto di fronte alla corte. Un’inaspettata frattura del braccio mette quasi a rischio il piano nei momenti finali dell’episodio, costringendo Jimmy e Kim a modificare i loro progetti.

In un’intervista a Variety, Esposito ha parlato dell’episodio della sesta stagione di Better Call Saul, diretto dall’attore. L’episodio era piuttosto incentrato su Kim, in quanto iniziava con un flashback del furto di un paio di orecchini da parte di Kim da bambina e si concludeva con un “momento di sventura” per il personaggio, ha dichiarato Esposito.

L’autore ha descritto il flashback cruciale dicendo che il momento è un “riflesso dell’intera vita di Kim e di chi diventerà in realtà” e ha menzionato l’importanza degli orecchini per la donna, che li indossa in quasi tutti gli episodi.

Ecco cosa dice Esposito, “Tutti noi abbiamo dei momenti che ricordiamo con i nostri genitori. Ricordiamo come ci hanno influenzato in modo negativo o positivo. Questo momento per me è un riflesso dell’intera vita di Kim e di chi diventerà. Credo intrinsecamente che Kim sia una brava persona e che probabilmente abbia maggiori capacità legali di Jimmy. Eppure si innamora dell’altra vita; non sappiamo per quanto tempo.

In questa scena, se si osserva attentamente, si vedono alcuni collegamenti con l’episodio. Gli orecchini sono importanti perché Kim indossa gli stessi orecchini praticamente per tutta la vita. Li rivediamo nello studio del veterinario; se ci fate caso, sono gli stessi orecchini. Avevano un significato per lei. Aveva bisogno di uno schiaffo sulla mano: “No, non lo facciamo”.

Ma era tutta una recita. Probabilmente era soddisfatta di essere stata rimproverata dalla madre per aver fatto qualcosa di sbagliato, aveva bisogno di una direzione genitoriale e poi è rimasta a bocca aperta quando la madre è uscita e ha detto: “Guarda cosa ti ho portato”. Era tutto uno stratagemma. È straziante. Penso che questo la spezzi in un modo che si collega alla decisione che prende alla fine dell’episodio”.

Better Call Saul 6

LEGGI ANCHE-> Better Call Saul 6: Cosa significa davvero quella casa rossa (perché è un male per Gus)

Non è la prima volta che Better Call Saul torna all’infanzia di Kim in Nebraska con sua madre. L’episodio della quinta stagione “Wexler contro Goodman” inizia con un flashback di Kim adolescente che aspetta che la madre la venga a prendere dopo le prove di violoncello. Quando finalmente arriva, è chiaramente ubriaca e Kim decide di tornare a casa a piedi piuttosto che salire in macchina, mentre la madre la rimprovera di non averla mai ascoltata.

Il flashback della sesta stagione si svolge in modo simile, con la madre di Kim che la rimprovera per aver rubato gli orecchini, prima di abbandonare la facciata e dire a Kim di essere felice di “averla fatta franca” senza che uno schiaffo sulla mano la formi in modo significativo come persona.

La puntata si chiude da due scene di Kim e il flashback precedente è parte integrante della comprensione della decisione della donna di abbandonare una legittima opportunità di carriera a Santa Fe per tornare ad Albuquerque alla fine dell’episodio per dare la priorità alla truffa del “D-Day” di lei e Jimmy su Howard.

LEGGI ANCHE-> Better Call Saul 6, iniziamo a capire il destino di Kim ma la storia non decolla. Recensione episodio 6

Come molti hanno teorizzato, se il destino finale di Kim sarà la morte o la scomparsa, queste due scene potrebbero essere il perfetto presagio di ciò che accadrà nel finale di metà stagione. Dopo qualche settimana di pausa, la seconda parte della stagione 6 di Better Call Saul riprenderà l’11 luglio.