Ecco perché il finale devastante e violento di Bones and All in realtà è molto romantico

51

Taylor Russell, star di Bones and All, ha spiegato perché il finale sconvolgente e violento di questa storia d’amore cannibale è in realtà incredibilmente romantico.

Bones and All

(*Attenzione! SPOILER per Bones and All*)

La protagonista Taylor Russell ha spiegato il finale di Bones and All, precisando perché secondo lei la sorprendente conclusione violenta del film è in realtà piuttosto romantica. Uscito nelle sale il 23 novembre, Bones and All è l’ultimo film diretto da Luca Gudagnino, le cui opere recenti includono Chiamami col tuo nome e il remake di Suspiria.

Fondendo horror e romanticismo, Bones and All racconta di due innamorati cannibali, Lee e Maren Yearly (interpretati da Timothée Chalamet e Russell di Escape Room), coinvolti in un pericoloso viaggio attraverso l’America degli anni Ottanta.

In un’intervista la Russell ha parlato di questa bellissima storia d’amore tra cannibali, ha condiviso in particolare le sue idee sul finale violento e scioccante del film, spiegando perché in realtà è “incredibilmente romantico” e “molto bello”.

Bones and All

La stessa rivela, “Il finale è incredibilmente romantico secondo me, perché è un regalo che lui fa a lei, conoscendo la situazione di queste due persone, la loro sofferenza, in un certo senso rappresenta un atto di grande amore. Quando ne parlavamo ho sempre avuto l’impressione che fosse davvero così, perciò penso che sia molto bello. Molto sentito. Nel loro mondo questa versione è la più romantica”.

Bones an All, il finale spiegato

Quando il personaggio della Russell, Maren, viene abbandonato dal padre a causa della sua natura cannibale, si mette alla ricerca della madre nella speranza di trovare delle risposte alle sue pulsioni animalesche. Lungo la strada, Maren incontra altri “mangiatori” da cui impara, tra cui l’inquietante vecchio Sully, interpretato da Mark Rylance, e il carismatico Lee, con cui instaura una relazione sentimentale.

Bones and All

Per quanto non convenzionale, questa premessa pone le basi per il perfetto finale a sorpresa di questa storia d’amore tra cannibali.

Proprio quando Maren e Lee iniziano a lasciarsi alle spalle il loro passato burrascoso e a mettere radici, ricompare lo strano Sully, che ha un conto in sospeso con Maren per averlo lasciato anni prima. Proprio mentre Sully irrompe nel loro appartamento e inizia a minacciare Maren, Lee arriva a casa e la salva eroicamente, ma nel frattempo viene pugnalato mortalmente al petto.

In punto di morte, Lee chiede a Maren di mangiarlo. Sebbene la ragazza sia inizialmente riluttante, il film taglia su un appartamento vuoto e, sebbene il finale di Bones and All non mostri esplicitamente l’atto cannibale, lascia sottintendere che Maren abbia rispettato il desiderio di Lee in punto di morte, consumando il suo corpo, “fino all’osso”.

Per i due amanti cannibali, il finale a sorpresa di Bones and All è la conclusione perfetta della loro storia. Come spiega la Russell, Lee permette a Maren di consumare il suo cadavere, il che naturalmente è scioccante per il pubblico comune, ma è l’ultimo gesto romantico per i due cannibali.

Nel film, i mangiatori hanno l’impulso di mangiare chiunque sia attratto da loro, quindi essendo Lee e Maren follemente innamorati, per lei si tratta di un pasto incredibilmente appagante che permette alla coppia di diventare un tutt’uno con l’altro. Il pubblico potrà vivere in prima persona il romantico finale di Bones and All, attualmente in programmazione nelle sale cinematografiche. 

La nostra recensione direttamente da Venezia