11 film da vedere assolutamente per aspettare il Natale. Dai classici intramontabili al trash che piace

47

Dai più classici spaziando fino a film natalizi che potremmo considerare un po’ “trash”, questi sono gli 11 film con i quali ci possiamo sbizzarrire nell’attesa delle festività natalizie.

Un castello per Natale (2021)

L’ultimo libro pubblicato dall’autrice di successo Sophie Brown ha suscitato un grave scandalo e la protagonista anziché affrontarlo di petto decide di recarsi in Scozia. Mentre si trova lì, decide di visitare il villaggio di cui era originario suo padre, innamorandosi inaspettatamente di un bellissimo castello, provocando grande sgomento persino nel duca che né è il proprietario.

Per tutti i fan che adorano e desiderano che sia molto presente in questo genere di film l’ambientazione natalizia, vale sicuramente la pena dare un’occhiata a questo recente successo di Netflix, poiché la trama si svolge proprio durante le vacanze natalizie. Inoltre, per chi è invece amante di storie un po’ più impegnate, questo film fa parte del filone che tratta le vicende di donne che stanno attraversando un momento difficile della loro vita.

Freaky Friday (2003)

In questo film disponibile su Disney+, Lindsay Lohan e Jamie Lee Curtis sono i protagonisti del terzo adattamento dell’omonimo libro scritto da Mary Rodgers, Freaky Friday. La storia riguarda la madre single Tess e la figlia adolescente, che si svegliano l’una nei corpi dell’altra.  Con il matrimonio di Tess alle porte, la coppia madre-figlia deve capire come tornare indietro il prima possibile per non rovinare tutto.

Freaky Friday è il film perfetto da guardare per i fan amano il tema del personaggio che deve subire uno  stravolgimento nella propria personalità e affrontare (in chiave spesso comica) tutte le vicissitudini che questo comporta. In ultimo, ma non perché dato per scontato, è un film che calza a pennello per i fan sfegatati della Lohan.

Baciati dalla sfortuna (2006)

Si può guardare sulla  piattaforma Disney+, e Baciati dalla sfortuna è una delle commedie romantiche più sottovalutate in cui la protagonista è, ancora una volta, Lindsay Lohan.  Il film parla di  Ashley, la quale apertamente si autoproclamava sempre “la donna più fortunata del mondo”, che perde tutta la sua fortuna dopo aver baciato uno sconosciuto a una festa in maschera.  Privata della sua dote, Ashley è estremamente determinata a riconquistarla di nuovo.

Come  in molti altri film di cui è protagonista la Lohan, il personaggio subisce le conseguenze di eventi inaspettati, ed impara col tempo  ad essere una persona migliore senza più godere dei  privilegi che aveva in precedenza.

Un cavaliere per Natale (2019)

In questa avvincente storia targata Netflix, dopo aver aiutato un’anziana signora nei boschi  lo scudiero Cole viene improvvisamente catapultato nell’anno 2019, dove si imbatte in un insegnante di scienze del liceo. Brooke, l’insegnante in questione, sebbene da anni abbia giurato di rinunciare all’amore, non può fare a meno di innamorarsi del ridicolo e goffo scudiero che è letteralmente piombato per magia nella sua vita.

Costretto a vivere in un mondo che non capisce, solo attraverso la determinazione e il potere dell’amore Cole capisce chi è veramente e cosa dovrebbe fare della propria vita.

Mean Girls (2004)

Mean Girls è uno dei migliori film targato Amazon Prime per adolescenti e uno dei migliori ruoli interpretati da Lindsay Lohan. Ci narra le vicissitudini di Cady agli inizi della sua avventura nella scuola superiore pubblica statunitense, dove viene travolta dagli alti e bassi della vita mondana tipica dei teenager americani.

Anche qui la protagonista, dovendosi interfacciare con altri personaggi, compie lo stesso percorso di evoluzione caratteriale di altri film in cui è presente la Lohan, lottando  e imparando che la vita dei ricchi e dei popolari non è esattamente quella che si dice sia.

Un principe per Natale (2017)

È il film che ha letteralmente dato inizio all’universo dei film di Natale di Netflix, e possiamo dire che è anche il film che ha la più forte influenza su tutti gli altri.  Racconta la storia di un esperto giornalista che si reca ad Aldovia per occuparsi dei rumor che girano riguardo al principe del paese, che spesso tende a prendere la sua vita amorosa più sul serio che imparare a governare.

 Il film ha una trama abbastanza standard, ma il divertimento leggero e le interpretazioni coinvolgenti dei suoi protagonisti che compaiono in molti altri film “cult” delle vacanze di Netflix rendono interessante e piacevole questa favola familiare.

Non è romantico? (2019)

Natalie è una newyorkese stakanovista che, trovandosi sul fondo, deve intraprendere la scalata della gerarchia all’interno dell’azienda in cui lavora, ma la sua vita si complica ulteriormente quando perde i sensi in seguito ad una rapina in metropolitana. Quando si sveglia, si ritrova ad interpretate il ruolo da protagonista in una commedia romantica ma nella vita reale, nonostante il suo profondo e dichiarato odio per tutto ciò che riguarda l’amore.

Disponibile su Netflix, l’intera trama di Non è romantico? inizia a causa di un infortunio per via del quale il personaggio principale si ritrova privo di sensi. Natalie deve dimenarsi e cercare di fare i conti con la sua nuova realtà mentre cerca  ad ogni costo di tornare alla sua vita “normale”.

Nightmare before Christmas (1993)

Questo film in realtà può avere una doppia valenza, va bene sia per le festività natalizie, sia per il periodo di Halloween perché racchiudere entrambe le atmosfere con poesia e tantissima magia. Non a caso sappiamo che Tim Burton è un genio e proprio dalla sua mente è nata l’idea di questo cult che rimarrà nella storia  dei film d’animazione. Imperdibile, lo si può vedere su Disney+ e non c’entra se lo si conosce a memoria, rivederlo fa sempre bene.

Il re delle Zucche, Jack Skeletron, è ormai tremendamente annoiato e stufo di vivere in un mondo dove è sempre Hallowen. Dopo un viaggio introspettivo tra i boschi scopre un luogo magico dove esistono altre realtà, tra queste una chiamata Natale. Per lui è tutto nuovo, c’è amore, i regali non fanno paura e la gioia si respira ad ogni angolo, un dolcissimo incubo. Affascinato da quello che vede decide di fare sua questa festa e rapisce Babbo Natale premoderne il posto, nonostante le buone intenzioni il suo io lo porterà in grossi guai e tremendi disastri.

Overboard (2018)

Amazon Prime ci propone inoltre questo film, un remake dell’omonimo film uscito nel 1987, incentrato sulla storia della mamma single Kate, che viene assunta per pulire lo yacht di un ricco playboy messicano per poi essere però bruscamente licenziata. La svolta avviene però quando il playboy Leonardo cade dallo yacht e si sveglia senza alcun ricordo di chi sia, e Kate ne approfitta per vendicarsi dicendogli che sono sposati mettendolo subito alla prova.

Come da copione dei recenti film natalizi, vi è la presenza di personaggi ricchi e viziati e genitori single che lottano con ogni mezzo per cavarsela finanziariamente, e tutti terminano con una simile risoluzione: i personaggi ricchi imparano che la ricchezza non è tutto.

Un’eredità per Natale (2017)

L’unica cosa che impedisce all’ambiziosa protagonista Ellen Langford di ereditare l’azienda di famiglia è un viaggio nell’idilliaco paesino di Snow Falls, dove è costretta a consegnare esclusivamente a mano una cartolina di Natale all’ex partner di suo padre. Ma una tempesta di neve, e un tocco di romanticismo quasi magico alla locanda della cittadina, potrebbero cambiare le sue priorità giusto in tempo per il Natale.

Il concetto cardine di questa storia è lo stereotipo della donna snob proveniente da una grande città che si innamora di un ragazzo di provincia e impara il vero significato del Natale. Può a primo impatto apparire un banale film natalizio? questo film natalizio di Netflix ha alcuni assi nella manica (di Babbo Natale) che lo rendono avvincente e per nulla scontato piuttosto che stucchevole.

A Christmas Carol (2009)

Se si parla di classici è impossibile non citare A Christmas Carol, disponibile su Disney+, non è solo un film d’animazione, ma è un vero capolavoro della motion capture. Infatti a prestare il suo corpo e le movenze al perfido signor Scrooge, tratto dal romanzo iconico di Charles Dickens, troviamo Jim Carrey.

Alla storia non servono presentazioni, si tratta di un vero e proprio canto di Natale tra i più famosi al mondo e intramontabile da generazioni a generazioni, Ebenezer Scrooge rappresenta la malvagità, l’egoismo, l’avidità per questo resta sempre un personaggio profondamente attuale.

Odia il Natale, lo considera un perdita di tempo e denaro, gli affari sono il suo unico interesse. Questo lo porta a essere una persona estremamente sola e priva di empativa verso gli altri, ma questo Natale per lui sarà diverso. Gli faranno visita tre fantasmi a mostrargli i suoi Natali passati, presenti e futuri. Per tutti c’è speranza, anche per i casi peggiori come il suo e la redenzione può arrivare semplicemente aprendo il proprio cuore.

Una poltrona per due (1983)

Chiudiamo con il film che non è solo natalizio, ma rappresenta il Natale per tantissimi Italiani, Una poltrona per due ogni anno viene trasmesso proprio la sera di natale, ormai è un classico irrinunciabile infatti anche quest’anno, ci si aspetta che Italia 1 lo mandi in onda puntuale alle 21,30. Se non riuscite a essere in poltrona per quell’ora, nessun problema perché è possibile recuperarlo su Amazon Prime.

Passare il natale con Eddie Murphy e Dan Aykroyd è una tradizione alla quale non siamo disposti a rinunciare, dopotutto in questi ultimi anni abbiamo già dovuto rinunciare a tante, troppe cose, lasciateci queste due ore di spensieratezza.