Addio Canone Rai: da adesso puoi non pagarlo legalmente | Ecco come fare

528
Canone Rai chi è esente?

Il tanto odiato Canone Rai può non essere pagato! C’è un modo: ecco chi potrebbe essere esente dalla tassa per il servizio pubblico.

Il dibattito sul Canone Rai è ormai una questione annosa che ha coinvolto cittadini, politici e istituzioni negli ultimi anni. Introdotto all’interno della bolletta elettrica come voluto dal governo Renzi, il Canone Rai è diventato una tassa obbligatoria, suscitando molte polemiche tra coloro che si sono trovati costretti a pagarlo, anche senza disporre di un dispositivo per vedere i canali della Rai.

Tuttavia, recenti sviluppi normativi hanno aperto la possibilità per alcune categorie di essere esenti da questa tassa, rendendo il tema ancora più attuale. Chi, quindi, può non pagare il Canone Rai? E quali sono le condizioni per ottenere questa esenzione?

Innanzitutto, gli anziani con più di 75 anni e un reddito inferiore ai 8000 euro annui possono beneficiare di questa agevolazione. Questa categoria di cittadini, spesso non utilizzatori dei servizi radiotelevisivi, potrà quindi essere esente dal Canone Rai, alleggerendo il carico fiscale per chi vive con una pensione limitata.

Ma non solo gli anziani possono usufruire di questa possibilità. Anche alcuni militari delle Forze Armate hanno diritto all’esenzione, a patto che non dispongano di un appartamento privato. Inoltre, sono previste agevolazioni per i militari stranieri della NATO e per gli agenti diplomatici e consolari, riconoscendo il particolare status di queste categorie.

Questione Rivenditori

Altra categoria che può beneficiare di tale opzione sono i rivenditori di televisori. Tuttavia, in questo caso, è fondamentale rispettare alcune scadenze ben precise. I rivenditori devono presentare la richiesta di esenzione entro il 30 aprile e il 31 luglio di ogni anno. Per quanto riguarda gli anziani, è importante notare che per poter usufruire dell’esenzione devono aver compiuto 75 anni entro il 31 gennaio dell’anno in corso, oppure se compiono 75 anni entro il 31 luglio, possono richiederla per il secondo semestre. 

Coloro che non sono in possesso di un televisore, e quindi possono compilare la domanda tramite l’apposito modulo (quadro A) e inviandolo all’Agenzia delle Entrate o alla casella di posta elettronica certificata (PEC) sat@postacertificata.rai.it seguendo le scadenze già indicate a seconda della categoria. Un altro metodo per ottenere l’esenzione dal Canone Rai è l’invio di una raccomandata all’indirizzo”Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale” entro le scadenze stabilite.

Logo Rai

Il dibattito sul Canone

Pertanto, la possibilità di ottenere l’esenzione dal pagamento del Canone Rai è una misura apprezzata da alcune categorie di cittadini che, per motivi di età o di servizio, non usufruiscono dei servizi radiotelevisivi. Queste nuove regole offrono un po’ di respiro economico a coloro che sono esenti da questa tassa, contribuendo a rendere più equo il sistema fiscale e garantendo un maggiore rispetto delle specifiche esigenze di alcune fasce della popolazione.

Resta importante informarsi e rispettare le scadenze per richiedere l’esenzione e godere dei benefici previsti dalla legge. Nonostante l’importo richiesto agli italiani per guardare la rete pubblica sia uno dei più bassi d’Europa, tanti continuano a lamentarsi di questa forzatura preferendo scegliere deliberatamente se usufruirne o meno. Insomma, provate a capire se rientrate nel range della popolazione con possibilità di esonera e traete così le vostre conclusioni!