Home Moda VADEMECUM per uomini a caccia di regali

VADEMECUM per uomini a caccia di regali

CONDIVIDI SU

Immagine

A conferma che questo blog non si rivolge solo al pubblico femminile ma anche all’incasinatissimo mondo maschile, voglio provare a fornirvi alcuni strumenti che in diversi casi vi potrebbero aiutare a sistemarvi con la vostra dolce metà per un paio di mesetti buoni, vivendo di rendita per le vostre azioni brillanti.
Troppo spesso siete lasciati vagare a zonzo, senza supporto e senza consigli. Non è affatto giusto!
Ho pensato quindi di darvi una mano su un argomento spinoso: i regali.

San Valentino si avvicina e sicuramente non ve ne frega nulla, ma probabilmente ora che state leggendo qui vi è venuto quel terribile brivido lungo la schiena che vi fa pensare: 1) me ne ero completamente dimenticato!!! 2) la mia ragazza mi ammazza 3) non le ho ancora preso il regalo e non ho idea di che cosa prenderle 4) la mia ragazza mi ammazza.
Niente paura, ora proviamo a risolvere.

Regole base per il regalo perfetto. Cosa NON comprare assolutamente – mi sembra superfluo doverlo dire ma meglio una parola in più di una in meno: banditi i regali che riguardano in qualsiasi modo la forma fisica. Anche se la vostra fidanzata vi bombarda lamentandosi di ogni singolo difetto del suo corpo, questo non è un buon motivo per regalarle l’abbonamento in palestra che da tanto diceva di voler fare. Rischiereste di trovarvi soli al tavolo del ristorante ancor prima del dolce, considerando che comunque lei non lo avrebbe mangiato avendo ormai chiaro che la considerate grassa chi sa da quanto e non avete fatto altro che mentirle per mesi.

Allo stesso livello metterei i regali legati alla cucina, come macchine per il pane e similari. Sono impersonali, si fatica per usarli e alla fine verrebbe fuori che glielo avete comprato perché pensate che non abbia altri interessi oltre che prepararvi da mangiare. Non fatevi fregare signori miei, le donne desiderano sempre quegli strumenti infernali per cucinare pietanze improbabili che poi vengono utilizzati un paio di volte prima di ricevere il pensionamento anticipato ed essere dimenticati per sempre dentro qualche angusta dispensa. Ma non dimenticheranno mai che quel “tacanai” ingombrante e inutile glielo avete regalato voi.

Altro punto fondamentale, non comprare mai abbigliamento, il rischio di fallire è troppo alto. Un’alternativa valida è optare per un completino intimo sexy, mi raccomando non volgare. Per azzeccare quello giusto pensare a come la vorreste voi in intimo e se il disegno che si va formando nella mente assomiglia troppo a una dominatrice sadomaso in pelle e frustino allora affidatevi a una commessa che saprà sicuramente moderare i vostri istinti primordiali.

Immagine

Passiamo invece ai regali più azzeccati ma su cui andare con i piedi di piombo: i gioielli.
Se non state entrando nella boutique di Van Cleef & Arpels – in quel caso tutto vi è concesso – allora siate cauti. Pesante e appariscente non vuol dire bello. Se siete in dubbio andate su uno stile classico, al limite dell’asettico, oro bianco e diamanti o in alternativa – a seconda del budget – argento e Swarovski. Le linee devono essere essenziali, morbide e molto pulite.

Immagine

Sto notando sempre più spesso un forte apprezzamento per il bracciale a catena Tiffany col cuore oppure la catenina e il ciondolo. Una buona idea per andare sul sicuro, contando che già soltanto la vista della famosissima e bellissima scatolina manderà la vostra fidanzata su di giri.

Immagine

Regalate anelli solo se il vostro intento è prendervi delle responsabilità, perché le donne nascono, vivono e crescono con il pensiero di quando si sposeranno e anche se lo negano stanno mentendo. Quindi per non trovarvi in situazioni imbarazzanti e penose, dove iniziate a giustificarvi spiegando che è solo un regalo, mentre lei sta già mandando un sms alla sua migliore amica dicendole che le avete appena chiesto di sposarvi, lasciate stare. Maglio un bracciale, un ciondolo o un paio di orecchini che non creano nessuna falsa aspettativa.

Se invece i gioielli non vi convincono, un profumo potrebbero essere gradito, ma non uno a caso. Assicuratevi che sia quello che usa da almeno un anno, perché le donne cambiano gusti come cambia il vento; quindi anche se la settimana prima osannava la nuova fragranza dicendo che non avrebbe più potuto trovarne una migliore in tutta la vita, può essere che questa settimana la detesti e alla vista del regalo detesti anche voi perché non la ascoltate mai!

Un’idea che sta andando sempre più di moda è il regalo tecnologico. Gli smartphone sono sempre ambitissimi e stanno diventando veri e propri accessori glamour da abbinare con borse e scarpe. Il mercato propone cover di tutte le forme e colori e infiniti accessori in pendant con i telefoni. Come auricolari personalizzabili con ogni tipo di gadgets dai colori sgargianti o abbelliti con una pioggia di Swarovski, insomma, per tutti i gusti.

Immagine

Se proprio volete vincere il premio per “l’uomo più magnifico del mondo” allora prenotate un weekend romantico. Avete presente la pubblicità di qualche tempo fa di Mastercard? Lui di notte al computer che prenota il viaggio dei sogni della compagna a sua insaputa. Bé un po’ tutte noi abbiamo desiderato di essere quella donna fortunata almeno una volta nella vita. Non soltanto la stupirete, ma le dimostrerete anche di essere un “tipo giusto”, capace di prendere in mano le situazioni, di organizzarle e renderle stupende, che la ascoltate e anche se a volte sembrate un po’ “distratti” in realtà non vedete l’ora di buttarvi in entusiasmanti avventure con lei.

Immagine

Infine vorrei concludere dandovi il consiglio dei consigli: su qualsiasi cosa abbiate deciso di buttarvi per il regalo, prima di comprarlo fate una telefonata a una sua amica, giusto per sincerarvi di non aver fatto errori. Se non avete nessun contatto delle amiche della vostra ragazza allora non disdegnate il prezioso aiuto che può darvi una sorella o una cugina. Potrebbe esservi fondamentale.

P.S. Un importante mazzo di fiori è sempre un buon alleato per una serata perfetta.

Immagine

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia

Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.

Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l’occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.