Home Moda Leggings Siete tutti ballerini??

Siete tutti ballerini??

CONDIVIDI SU

Immagine

Vorrei affrontare un tema di denuncia che ultimamente sta prendendo spazio sul palcoscenico della moda. Sto parlando dei Meggings. Parola nata dalla fusione di Man e Leggings. Chi non ne avesse ancora sentito parlare ora avrà intuito e immagino abbia storto immediatamente il naso. Sì, perchè è questa la reazione più spontanea e, siamo sinceri, tutti sappiamo che gli uomini, vestendosi così attillati, catalizzerebbero gli sguardi su dettagli protuberanti creando imbarazzo. E sappiamo anche altrettanto bene che gli uomini basano la loro vita, i loro pensieri e le loro scelte su quel punto così fondamentale che l’audacia di metterlo in bella mostra non in tutti i casi risulterebbe lusinghiera.

Questo il motivo per cui non riesco a capacitarmi della nuova tendenza.
Forse deriva dalle frustrazioni che provano gli uomini ogni volta che affrontano la prova shopping, ritrovandosi in 100 cristiani a rovistare tra un ventaglio ridottissimo di capi male assortiti e quasi sempre in colori basic, in spazi poco più grandi di sgabuzzini, rigorosamente senza finestre. Ben sapendo che dall’altra parte del muro si trova il pianeta donna con infinite distese di stender e scaffali su cui trovare ogni genere di vestito, accessorio, colore e tessuto per potersi reinventare in ogni momento. Forse i Meggings sono la loro coraggiosa rivincita per poter giocare alla moda; finalmente l’occasione di poter dire con fierezza “oggi vado a fare shopping e ne avrò di cose tra cui scegliere!!! E non tornerò a casa a mani vuote con le pive nel sacco e un armadio che mi aspetta sempre più scarno, mentre accanto a me c’è una gallina su di giri con almeno cinque shopper piene di cianfrusaglie, che poi la fanno pure grassa. ah!”

Io ti capisco uomo, ma non è questa la strada giusta. Non ostinarti a buttarti a capofitto in qualsiasi novità ti venga proposta, soprattutto se percepisci che non esalterà per niente le tue forme, molto spesso troppo asciutte o troppo burrose. Perché di Roberto Bolle ce n’è uno. E secondo me non gli assomigli poi più di tanto.

Immagine

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l'occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.