14866_10202550558798597_1702757449_n

Proprio oggi che è il 1° aprile, voglio tirar fuori una storia risalente al 2011; il pesce d’aprile che mi ha lasciato del vero amaro in bocca. Come avrete capito dalla locandina, si tratta di “Poppins” il presunto film firmato Tim Burton prodotto da Diseny, dedicato alla baby sitters più famosa della storia. Un perfetto scherzo messo in piedi in maniera magistrale dal sito bedtaste.it, in cui veniva fatta una lunghissima e articolata recensione della pellicola; si diceva che sarebbe stato interpretato dai preferiti di Burton, Helena Bonham Carter nella parte di Mary e Johnny Depp in quella dello spazzacamino, accoppiata che già si presentava vincente, in più si parlava di budget da urlo, 150 milioni di dollari in effetti speciali per ricreare la Londra del 1910 e i mondi magici in cui Mary Poppins portava i sui fanciulli, si parlava di 3D e di altre fantasticherie che sicuramente avranno fatto venire l’acqualina in bocca non soltanto a me.

L’idea era davvero geniale e la locandina si presentava assolutamente azzeccata e invogliante; già mi immaginavo di aspettare la data dell’uscita (prevista per il 2016) con impazienza.

Che scherzo crudele! Fatto stà, il film non esiste e quindi non ci resta che guardare la finta locandina e aspettare che Tim si convinca a valutare seriamente l’idea di mettere in piedi tutta “sta sotria”.

tim poppins

 

Alessandra Chiaradia
È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l'occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio. In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce...