Home Arte e Mostre Giovanni Segantini, in mostra a Milano il Maestro del Divisionismo

Giovanni Segantini, in mostra a Milano il Maestro del Divisionismo

CONDIVIDI SU

Giovanni Segantini milano mostra 02Giovanni Segantini milano palazzo reale

Un altro importante appuntamento oggi a Palazzo Reale; si inaugura l’attesissima mostra su Giovanni Segantini, punto di riferimento imprescindibile per tutta la cultura artistica a cavallo tra Otto e Novecento.
Milanese d’adozione, dove da bambino si trasferisce e ci rimane per diciassette anni, studia all’Accademia di Belle Arti di Brera, poi si trasferisce in Brianza e infine si stabilisce in Svizzera, senza però mai abbandonare la sua grande passione per Milano che influenzò buona parte dei suoi lavori di maggiore importanza e fu piazza favorita per l’esposizione delle sue opere.
Nel corso del suo percorso artistico Segantini sviluppa un’arte vicina al simbolismo, che lo porta poi al Divisionismo.

segantini_milano_06

Giovanni Segantini milano mostra 07

Giovanni Segantini milano mostra 08
L’intento della mostra, suddivisa in otto sezioni, è proprio quello di riscoprire il percorso artistico e la vita del pittore dall’infanzia, trascorsa nella città Meneghina post-unitaria, fino al trasferimento tra le montagne dell’Engadina, uno degli ultimi incontaminati paradisi naturalistici; si passa attraverso i suoi paesaggi di grande impatto visivo, i navigli milanesi dei suoi esordi, le straordinarie nature morte, agli autoritratti, i magnifici ritratti maschili e femminili, i grandi capolavori svizzeri dedicati alle Alpi, fino agli ultimi esiti simbolisti.

Un grande artista, molto noto in vita, la cui fama è stata però offuscata durante il fascismo a causa dell’isolamento culturale di cui il nostro paese ha sofferto in quei tempi. Sono 120 le opere esposte provenienti da importanti musei e collezioni private europei e statunitensi, tra cui la Civica Galleria d’Arte Moderna di Milano ed il Museo Segantini di Sankt Moritz. Curatrici della mostra Annie-Paule Quinsac, maggior esperta di Segantini e Diana Segantini, pronipote dell’artista e curatrice già di altre esposizioni.

Quando si passa attraverso le grandi sale di Palazzo Reale non si può che rimanere commossi davanti a così tanta qualità pittorica e stilistica unita a un forte e poetico sentimento che trasuda dalle opere.

 

INFO:
Dal 18/09/2014 al 18/01/2015
Luogo: Palazzo Reale – Milano
Infoline e prevendita biglietti +39. 02 92800375
Orari: Lunedì: 14.30-19.30
Martedì, Mercoledì, Venerdì e Domenica: 9.30-19.30
Giovedì e Sabato: 9.30-22.30
Costo del biglietto: intero 13,50 / ridotto 11,50

PS: ricordatevi di portare un maglione bello pesante, l’aria condizionata è un tantino bassa.

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l'occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio. In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce...