Home Shopping L’anatomia dei giocattoli di Jason Freeny

L’anatomia dei giocattoli di Jason Freeny

CONDIVIDI SU

I giocattoli hanno un cuore… e non solo, anche un fegato un pancreas una milza e così via, questo il progetto dell’artista americano Jason Freeny che riproduce giocattoli per bambini, tra i più famosi, sezionandoli e mostrando i loro organi e lo scheletro.
L’idea nasce nel 2007 quando Jason, all’epoca designer in una startup tecnologica, ha dovuto disegnare, in digitale, un animale fatto di palloncini, del quale, un po’ per gioco, ha illustrato anche le ossa. «Sono subito rimasto affascinato dal grottesco sistema scheletrico che la forma esterna mi suggeriva».

Da questo primo progetto, ha continuato a “vivisezionare” icone come Barbie, Super Mario, MyLittlePony, Lego, Hello Kitty e tanti altri; per dargli forma, Jason usa dei normali giocattoli, li taglia e li riempie di ossa e organi interni fatti di creta o schiuma di poliuretano per quelli più grandi. Ogni opera è venduta sul sito moistproduction.com  o mightyjaxx.rocks col loro kit d’assemblaggio, in modo da ricostruire i simpatici animaletti partendo dalle viscere.

freeny-2-680x588

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia

È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l’occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio.
In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce…