Home Storia e Curiosità Luoghi da Scoprire Villa Arconati: ultimo appuntamento di stagione da non perdere

Villa Arconati: ultimo appuntamento di stagione da non perdere

CONDIVIDI SU

img_4084-640x480

La stagione di apertura 2016 di Villa Arconati, promossa da Fondazione Augusto Rancilio, volge ormai al termine: domenica 16 ottobre sarà l’ultima giornata di apertura, cogliete l’occasione per festeggiare, nella splendida cornice della Villa, l’arrivo dell’autunno e la chiusura di un’ottima stagione!
Per chi ancora non conosce Villa Arconati cliccate su questo link per scoprire tutte le sue meraviglie.

facciata-sud

Come di consueto, saranno visitabili in autonomia i 12 ettari di giardino dalle 10.30 alle 18.30 (ultimo accesso consentito alle ore 18.00) e il piano terra della villa; mentre esclusivamente con visita guidata il piano nobile alle ore 11.00 – 14.30 – 16.00 – 17.30.

teatro-grande

Una grande festa attende i visitatori sabato 22 e domenica 23 ottobre: La commedia segreta degli Arconati sarà un modo unico per conoscere la villa e i suoi segreti in un’atmosfera unica!

Avrete la possibilità di entrare tra la pagine della Commedia segreta che gli Arconati riservano solo ai loro ospiti più illustri. Non una semplice visita guidata ma un viaggio nel passato, attraverso i secoli, in compagnia dei personaggi che in questo luogo hanno vissuto e in cui hanno lasciato le loro tracce.

Dagli appartamenti delle signore, alle sale degli uomini passando dalla vita pubblica a quella privata tra svaghi e passatempi che vi faranno sobbalzare di emozioni inattese.

Un racconto ricco di sorprese e colpi di scena che solo chi andrà ad ascoltarlo in questi pomeriggi potrà conoscere!

Sabato 22 ottobre e domenica 23 ottobre
Dalle ore 13.30 alle ore 20.00
*Inizio visite ogni mezz’ora circa.

Acquisto biglietti presso Villa Arconati fino a esaurimento posti domenica 16 ottobre 2016

Acquisto biglietti online su Eventbrite.it

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l'occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.