Home Arte e Mostre Le iconiche Manolo Blahník in mostra a Milano

Le iconiche Manolo Blahník in mostra a Milano

CONDIVIDI SU

Donne di tutto il mondo, vi aspettiamo a Milano. Sono le iconiche Manolo Blahník ad invitarvi, e una proposta del genere non si può rifiutare.
Fino al 9 aprile 2017, le Sale museali di Palazzo Morando | Costume Moda Immagine ospitano la mostra “Manolo Blahník. The Art of Shoes” a cura di Cristina Carrillo de Albornoz.

Dalle scarpe rinascimentali ritrovate durante gli scavi intorno all’area del Castello Sforzesco di Milano, all’alta moda contemporanea, Palazzo Morando è la sede deputata alla conservazione e alla valorizzazione del ricchissimo patrimonio di abiti e accessori antichi e moderni del Comune di Milano con una civica raccolta di calzature che attualmente comprende circa 300 esemplari databili tra il XVI e il XX secolo.

Prima esposizione in Italia dedicata all’iconico couturier spagnolo, nelle stanze della Pinacoteca e dell’appartamento Morando Attendolo Bolognini è in mostra una nutrita selezione di scarpe (212 modelli) e disegni (80) che coprono 45 anni di attività dello stilista. Dalla scultura greco-romana al barocco, dal capolavoro di Luchino Visconti – Il Gattopardo – ai coralli di Sicilia, tutto questo e molto altro ancora si ritrovano nelle scarpe visionarie di Manolo Blahník.

E dove se non nella città della moda è possibile ammirare questi capolavori unici? 212 scarpe e 80 disegni suddivisi in sei sezioni appresentano una riflessione personale del lavoro del grande designer e attraverso la loro essenza rivelano le sue passioni, che sono la fonte della sua ispirazione: le espressioni artistiche quali l’architettura, l’arte, la letteratura e il cinema, la botanica, la cultura di paesi quali l’Italia, la Russia e la Spagna nonché la storia del XVIII secolo.

La prima sezione, la più vasta, è intitolata Core in cui sono esposte le calzature dedicate a personaggi storici e contemporanei che hanno ispirato o avuto un ruolo importante nella vita di Blahník: da Alessandro Magno a Brigitte Bardot, sino a Anna Piaggi, leggendaria direttrice di Vogue Italia. La seconda, Materiali, comprende una selezione di scarpe che illustrano l’attenzione per il dettaglio elaborato e la ricchezza di materiali e colori usati con maestria squisita. La terza sezione esamina la sua passione per l’arte e l’architettura e il modo in cui queste ispirano le sue “costruzioni”. La quarta sezione, Gala, espone una selezione delle scarpe più fantasiose dello stilista mettendo in evidenza la sua ironia e creatività: in questa sezione sono presenti le scarpe Marie Antoinette. La quinta sezione è dedicata alla natura, al suo profondo amore per il mondo botanico, evidente fin dalla prima collezione. Nell’ultima sezione sono esaminate le varie influenze geografiche e ambientali: qui sono i modelli ispirati a Spagna, Italia, Africa, Russia, Inghilterra e Giappone.
Le sue scarpe hanno stregato una schiera internazionale di devote adoranti e fedeli sparse in tutto il mondo, ma forse non tutte sanno che Manolo Blahník per un paio di settimane ogni stagione, si reca nelle sue manifatture milanesi per dar vita personalmente a ogni collezione.

Palazzo Morando | Costume Moda Immagine
via Sant’Andrea 6
primo piano, Sale museali

26 gennaio – 9 aprile 2017

Orari: mart. – dom. ore 9 – 13 e 14 – 17.30
(lunedì chiuso; la biglietteria chiude un’ora prima)

T. +39 02 884 65735 – 46056 | [email protected]milano.it |
www.civicheraccoltestoriche.mi.it

INGRESSO CON BIGLIETTO (comprendente il biglietto del Museo):
10€ intero – 8 € ridotto

CONDIVIDI SU
Cristina Canci

Insegnante di Lettere in puro stile Rottermeier, ma con un cuore nerd prestato al giornalismo, ha fatto del suo rapporto con la penna una questione ontologica. L’Arte, i libri e la cultura in tutte le sue forme sono la sua passione più sfrenata, dopo la cucina, perché, novella Artusi in gonnella, anche l’occhio vuole la sua parte (infatti lei è miope)