Home NEWS “Vuoi il mio numero?” la campagna AISM a sostegno della ricerca

“Vuoi il mio numero?” la campagna AISM a sostegno della ricerca

CONDIVIDI SU

“Vuoi il mio numero?” Sì, dovresti volerlo e ho parecchie buone ragioni per dartelo.

Il mio numero è 95051730109, segnatelo e soprattutto inseriscilo, insieme alla tua firma, nel riquadro “FINANZIAMENTO DELLA RICERCA SCIENTIFICA E DELLE UNIVERSITÀ” all’interno della dichiarazione dei redditi, in questo modo donerai il tuo 5×1000 alla Fondazione AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

I motivi per scegliere di aiutare AISM e la Fondazione FISM sono davvero tantissimi, uno tra questi, il principale, il capostipite delle ragioni è che senza ricerca non c’è futuro di speranza per le persone con SM. Senza questo fondamentale aiuto, moltissimi studi di fondamentale importanza non potranno essere finanziati e trasformarsi così in terapie, farmaci e strumenti per cambiare la vita di migliaia di persone.

La sclerosi multipla cambia la vita. Insieme possiamo cambiare la vita delle persone con SM.

Io e tutta la mia famiglia abbiamo deciso di metterci la faccia e il nostro impegno perché la ricerca sta facendo davvero tanto per chi ne ha bisogno e non vogliamo che questo possa finire. AISM attraverso la sua Fondazione FISM finanzia oltre il 70% della ricerca sulla malattia in Italia e potrà continuare a farlo soltanto grazie al tuo 5×1000.

Allora, lo “Vuoi il mio numero?”

Buzzoole

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia

Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.

Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l’occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.