Home NEWS “Vuoi il mio numero?” la campagna AISM a sostegno della ricerca

“Vuoi il mio numero?” la campagna AISM a sostegno della ricerca

CONDIVIDI SU

“Vuoi il mio numero?” Sì, dovresti volerlo e ho parecchie buone ragioni per dartelo.

Il mio numero è 95051730109, segnatelo e soprattutto inseriscilo, insieme alla tua firma, nel riquadro “FINANZIAMENTO DELLA RICERCA SCIENTIFICA E DELLE UNIVERSITÀ” all’interno della dichiarazione dei redditi, in questo modo donerai il tuo 5×1000 alla Fondazione AISM Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

I motivi per scegliere di aiutare AISM e la Fondazione FISM sono davvero tantissimi, uno tra questi, il principale, il capostipite delle ragioni è che senza ricerca non c’è futuro di speranza per le persone con SM. Senza questo fondamentale aiuto, moltissimi studi di fondamentale importanza non potranno essere finanziati e trasformarsi così in terapie, farmaci e strumenti per cambiare la vita di migliaia di persone.

La sclerosi multipla cambia la vita. Insieme possiamo cambiare la vita delle persone con SM.

Io e tutta la mia famiglia abbiamo deciso di metterci la faccia e il nostro impegno perché la ricerca sta facendo davvero tanto per chi ne ha bisogno e non vogliamo che questo possa finire. AISM attraverso la sua Fondazione FISM finanzia oltre il 70% della ricerca sulla malattia in Italia e potrà continuare a farlo soltanto grazie al tuo 5×1000.

Allora, lo “Vuoi il mio numero?”

Buzzoole

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l'occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio. In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce...