Home Arte e Mostre #MuseumWeek: dal 19 al 25 giugno, l’arte è donna

#MuseumWeek: dal 19 al 25 giugno, l’arte è donna

CONDIVIDI SU

Torna anche quest’anno alla #MuseumWeek, la settimana internazionale dei musei su Twitter, in programma dal 19 al 25 giugno. Poteva la culla dell’arte non partecipare?! Certo che no! Via alle celebrazioni dell’arte, delle collezioni, di tutto il patrimonio culturale nostrano e, per quest’anno, anche delle donne con l’hashtag #WomenMW.

Dalle artiste ai soggetti femminili nelle opere d’arte, e più in generale a tutte coloro che si sono distinte nella musica, nella letteratura e nello sport, le donne saranno le protagoniste indiscusse per una settimana nei musei e luoghi della cultura statali. Da Pompei alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli al MARTA di Taranto, dagli Uffizi a Capodimonte, dal Museo Nazionale Archeologico di Cagliari ai Musei Reali di Torino, dalle Scuderie del Quirinale a Roma al Palazzo Ducale di Mantova, trasversalmente al Mibact e alla penisola italica il racconto sui social delle donne s’intreccia con l’hashtag #MuseumWeek.

Dal 19 al 25 giugno tutti i luoghi della cultura diventano social, promuovendo le loro collezioni, immagini e contenuti, sul web. Ogni giorno, accanto all’hashtag principale c’è il tema del giorno: #foodMW (lunedì), #sportMW (martedì), #musicMW (mercoledì), #storiesMW (giovedì), #booksMW (venerdì), #travelsMW (sabato) e #heritageMW (domenica) attraverso cui i musei promuovono quotidianamente le proprie collezioni creativamente.

#MuseumWeek è un’occasione per condividere la passione per l’arte e la cultura, ma anche per godere del patrimonio culturale da un punto di vista inedito.

 

CONDIVIDI SU
Cristina Canci

Insegnante di Lettere in puro stile Rottermeier, ma con un cuore nerd prestato al giornalismo, ha fatto del suo rapporto con la penna una questione ontologica. L’Arte, i libri e la cultura in tutte le sue forme sono la sua passione più sfrenata, dopo la cucina, perché, novella Artusi in gonnella, anche l’occhio vuole la sua parte (infatti lei è miope)