Home Libri Presentazione del volume: Salvatore Gregorietti. Un progetto lungo cinquant’anni

Presentazione del volume: Salvatore Gregorietti. Un progetto lungo cinquant’anni

CONDIVIDI SU

Da non perdere giovedì 9 novembre alle 18.00 alla Fondazione Feltrinelli, Viale Pasubio 5 a Milano la presentazione aperta al pubblico del volume dedicato al grande designer Salvatore Gregorietti, SALVATORE GREGORIETTI Un progetto lungo cinquant’anni, edito da Skira e curato da Alberto Bassi e Fiorella Bulegato in collaborazione con Matteo Gregorietti.

L’attività professionale di Salvatore Gregorietti consente non solo di indagare in maniera scientifica il suo lavoro, ma di mettere a fuoco alcuni temi e questioni che connotano mezzo secolo di grafica italiana. Questo volume ne offre una ricostruzione storica e analitica che risponde a precise intenzioni di metodo. L’esame del lavoro di Gregorietti, diviso cronologicamente in tre parti in modo da farne emergere le sfaccettature, gli anni della formazione, la collaborazione con Unimark e l’esperienza di Gregorietti Associati, è stato affidato a un gruppo di studiosi e specialisti nonché a testimoni di un percorso di vita, scelti in relazione alle diverse conoscenze e competenze. Inoltre proponendo un ricco regesto, strutturato per decenni suddivisi per ambiti d’intervento, ci si prefigge di ripercorrere puntualmente la sua attività fornendo indicazioni, il più possibile esaustive, sui singoli progetti. Il ricco apparato iconografico che accompagna sia i contributi di studio sia il regesto, inedito nelle modalità di ricostruzione visiva, fornisce infine una ulteriore possibilità di analisi e comprensione dei progetti di questo grande designer.

Con Gregorietti saranno presenti Massimiliano Tarantino, Segretario generale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli con i curatori e gli autori dei contributi pubblicati.

 

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia

Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.

Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l’occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.