Home Arte e Mostre “Che Guevara. Tu y Todos”. Una mostra per abbandonare la retorica vuota...

“Che Guevara. Tu y Todos”. Una mostra per abbandonare la retorica vuota del mito e concentrarsi sull’uomo

CONDIVIDI SU
Che Guevara. Tu Y Todos

Il 5 dicembre, presso la Fabbrica del Vapore di Milano, è stata inaugurata la mostra dedicata a Ernesto Che Guevara in occasione dei 50 anni dalla morte. Ideata e realizzata da Simmetrico Cultura, è coprodotta con ALMA, RTV Comercial de l’Avana e dal Centro Studi Che Guevara de l’Avana.

Si tratta di un lavoro che intende riscattare la figura di Che Guevara in toto, restituendola a una dimensione più umana, vitale e storica, lungi dalla solita icona pop che siamo abituati a vedere su poster e magliette.

La mostra “Che Guevara. Tu y Todos, titolo tratto da una poesia dedicata da Che Guevara alla moglie prima della partenza per la Bolivia,  restituisce immagini intime e consapevoli di un personaggio cruciale per il secolo scorso, caratterizzato da da forti istanze rivoluzionarie e dalla lotta per i diritti civili in tutto il mondo.

Il percorso inizia dunque con una sfida: superare una linea gialla, una parete con le immagini proposte negli anni Cinquanta da Hollywood, dalle riviste di moda e dalla pubblicità delle grandi imprese.

 

Dopo di che il racconto si articola filologicamente su tre livelli; il primo, con un’impostazione narrativa di stampo giornalistico, descrive il contesto geo-politico in cui si snoda la storia del protagonista e allo stesso tempo punta a liberarlo da giudizi superficiali, sviluppatisi da un confronto improprio con i contesti attuali.

Il secondo livello è, invece, di tipo biografico; un’inedita documentazione raccontata la formazione del giovane Ernesto prima della rivoluzione cubana e la sua attività di uomo pubblico, sia a Cuba che nello scenario internazionale. Sono davvero tanti gli approfondimenti dedicati ai discorsi, alle sue posizioni politiche e sociali e ai suoi incontri con i politici e intellettuali del tempo.

 

ll terzo livello ha un tono più intimistico, dal momento che viene formato dagli scritti più personali di Ernesto Guevara che gli restituiscono una dimensione più completa di uomo, compagno combattente, figlio, di padre, amico e marito innamorato. Da questo livello narrativo emergono anche le domande che Che Guevara poneva a se stesso e quella difficile scelta fra l’impegno contro l’ingiustizia sociale e la rinuncia agli affetti e a una vita più sicura.

A disposizione del pubblico è prevista anche una App gratuita realizzata dalla startup Enjoymuseum; una guida virtuale tra le sale con la possibilità di condividere sui social le emozioni della visita.

Parte del ricavato della mostra Che Guevara. Tu y Todos sarà destinato a un intervento sociale a favore del Programma “Scuole nel Mondo. L’educazione per ogni bambino” che sostiene il centro educativo “Bayt Al Amal” in  Siria.

Il resto non lo sveliamo, vi invitiamo ad andare personalmente alla Fabbrica del Vapore in via Procaccini 4 fino all’1 aprile 2018 per lasciarvi affascinare dalla riscoperta di questo personaggio.

 

CONDIVIDI SU
Ventura Cigno

È lo “strano frutto” della scelta di un mondo che ha da sempre sentito suo, uno spazio di larghe vedute dove scrittura e arte possano alimentare continuamente il suo sogno: tenere una penna stretta alla mano come compagna di un’intera vita. Crede nella poesia e alla sua linfa vitale, nelle storie e al loro essere fotografie di un viaggio costante per i meandri attivi del mondo. La forza regolatrice della sua vita? La fantasia, insieme a una rischiosissima ed eccessiva dose di entusiasmo.