Negli ultimi anni in Italia abbiamo dimostrato di saperle fare le serie tv e anche molto bene, basti pensare al successo internazionale che ha avuto “Gomorra”, oppure le uscite più recenti “The young Pope”, “1992” e proprio adesso “L’amica geniale” che hanno consolidato il grande successo delle nostre produzioni. Sarà proprio la casa di produzione di queste ultime tre, la italianissima Wildside, a produrre la serie dedicata a una delle icone più grandi al mondo: Audrey Hepburn.

L’intento di Wildside sembra proprio quello di volersi inserire sul mercato internazionale puntando su prodotti di alto livello e che strizzino l’occhio a un pubblico molto più ampio, un’impresa notevole che, visti gli ultimi successi, si preannuncia più che fattibile. Non per niente questa serie sarà girata interamente in inglese.

Ancora ignoto il nome dell’attrice che interpreterà la grande Diva, in realtà sono ancora moltissime le cose che non si sanno di questa serie, per esempio quando prenderà il via la produzione, voci di corridoio parlano del 2020 e se si tratterà di una miniserie o di una serie tv vera e propria.

Quello che invece sappiamo è che il soggetto sarà firmato da Luca Dotti, figlio dell’attrice nato dalle nozze con lo psichiatra napoletano Andrea Dotti, che ha già dedicato alla madre un libro di memorie. La storia verterà sulla vita oltre che sulla carriera della star di “Colazione da Tiffany”. Possibile che la serie si concentri soprattutto sui primi anni della Hepburn, dall’adolescenza europea all’approdo a Hollywood, regalando così una veste inedita dell’attrice.

Alessandra Chiaradia
È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l'occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio. In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce...