I Pezzi di Nerd, accompagnati dalla bravissima Lorenza Giacometti, sono tornati sul palco del Teatro Martinitt e ci resteranno fino al 12 maggio per farvi piangere dal ridere con la commedia fresca e dai tratti demenziale “Genitori in affitto”, uno spettacolo dal ritmo incalzante e dai toni accesi, oserei dire di una bella tinta cremesi, firmato insieme a Fabrizio Nardi, Nico di Renzo (in arte Pablo & Pedro) e Nazzareno Mattei, con la regia di Fabrizio Nardi”.

Prendete una bella famiglia unita e piena d’amore, insomma quella del mulino bianco, l’avete bene in mente? Ecco, ora buttatela perché, come si dice, quando il gatto non c’è i topi ballano. Ed è proprio il caso dei tre fratelli Agostino (Jey Libertino), Flavio (Mirko Cannella) e Giancarlo (Nicolò Innocenzi) che da molti anni, dopo la sofferta separazione dei genitori, vivono nella completa e più assurda bambagia nella casa di famiglia. La parola d’ordine è liberà!

I tre vivono una vita senza regole e in una totale, impagabile autonomia; uno di loro fa l’infermiere ma si atteggia a medico specializzato in qualsiasi cosa, l’altro è un aspirante attore o ancora meglio tornista di uomini e donne e l’ultimo è un narcolettico tenuto nella bambagia e nullafacente. A completare il quadretto troviamo l’amico di sempre, Giovanni (Michele Iovane), isterico, ma non permaloso, “pittore” ingaggiato dai tre per ristrutturare la casa secondo le loro strampalate fantasie e, a dare un’ulteriore mano arriva anche la carismatica Rosy (Lorenza Giacometti), indispensabile donna delle pulizie assoldata per portare a termine le faccende di casa.

Tutto si svolge nella più completa “normalità” tra battute e frecciatine fino a che, ad un certo punto, non arriva una telefonata che lascia tutti di sale: mamma e papà, lontani da molto tempo, hanno deciso di tornare a casa con una notizia formidabile, si vogliono risposare!

Neanche da dirlo, i tre fratelli entrano nel più completo panico, impensabile ritornare a fare la famigliola felice, impensabile che i genitori tornino nella loro legittima casa, impensabile che i tre smettano di godere dei privilegi finora acquisiti e anche sofferti. La decisione è presa: questo matrimonio non s’ha da (ri)fare…

Nella loro più completa follia organizzano un piano diabolico e delirante per convincere i genitori che stanno prendendo la decisione sbagliata e, grazie alla complicità di Rosy e Giovanni, mettono insieme un paradossale incroci di storie che li porterà, tra un buglia e una gaffe, a rendere la situazione grottesca e incredibilmente comica. Per sapere come va, rovinosamente, a finire prendete i biglietti per i prossimi spettacoli al Teatro Martinitt.

GENITORI IN AFFITTO  di Fabrizio Nardi, Nico di Renzo, Mirko Cannella, Nicolò Innocenzi, Michele Iovane, Jey Libertino e Nazzareno Mattei, diretto da Fabrizio Nardi. Con Mirko Cannella (Flavio), Nicolò Innocenzi (Giancarlo), Michele Iovane (Giovanni), Jey Libertino (Agostino), Lorenza Giacometti (Rosy). Produzione Agricantus.

Info e prenotazioni:

TEATRO/CINEMA MARTINITT
Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10  – Parcheggio gratuito.

Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.

Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20. Ingresso: 24 euro spettacoli Fuoriclasse, 26 euro spettacoli Campioni. Abbonamenti a partire da 62 euro.