Sono sempre più le donne che decidono di partire da sole e scoprire nuovi mondi, il 43% delle donne desidera visitare nel 2020 almeno due città ancora inesplorate. Per celebrare la Festa della Donna PiratinViaggio ha scovato le cinque destinazioni europee più alternative perfette per un city break mordi e fuggi, dove le donne possono essere libere di perdersi nei vicoli, incontrare nuove persone, vivere l’autenticità della cultura locale e, perché no, riscoprire sé stesse.

A spasso tra i murales di Bristol
Vivace, alternativa e dinamica: la cittadina di Bristol è senza dubbio la città più cool del Regno Unito! Situata sulle sponde del fiume Avon, Bristol è famosa in tutto il mondo per l’International Balloon Fiesta e per aver rivoluzionato la scena musicale internazionale con il Trip Hop, di cui artisti nativi del calibro di Massive Attack e Portishead ne sono i testimoni. Ma Bristol è anche altrettanto nota per essere la culla della creatività e della street art: migliaia di colorati murales spiccano sulle mura degli edifici ed è proprio qui che Banksy ha iniziato a muovere i suoi primi passi. Nei vicoli della città, infatti, si possono scovare moltissime opere che portano la sua firma. Per immergersi completamente nell’arte dei graffiti di Bristol, dal 30 maggio al primo giugno torna l’appuntamento con Upfest, il più grande festival in Europa dedicato alla street art, dove è possibile ammirare artisti internazionali dipingere dal vivo e dare nuova vita alle mura della città, tra cui le più famose street artists donne al mondo. Una mecca per tutte le donne appassionate di urban art e locali underground.

 

A Belgrado, nel cuore pulsante della Serbia
Nota anche come la “Città Bianca”, Belgrado è una delle città in maggiore ascesa fra le mete turistiche europee per via della sua anima alternativa e la sua capacità di reinventarsi costantemente. Di giorno è d’obbligo visitare le principali attrazioni della città che risplendono in tutta la loro bellezza, come ad esempio la suggestiva Fortezza di Belgrado, oppure il meraviglioso parco circostante Kalemegdan, e infine il magnifico Tempio di San Sava. Voglia di shopping? A Belgrado la tradizione si intreccia con la contemporaneità grazie a giovani stilisti e designer che strizzano l’occhio agli ultimi trend e offrono prodotti di alta moda confezionati a mano nel Belgrade Design District. Ciò che rende Belgrado davvero indimenticabile però è la vita notturna vivace e in movimento: e sono tantissimi i club, le discoteche, i casinò e i locali dove è possibile ballare e festeggiare fino alle prime luci dell’alba.

Belgrade-by-night

Fare surf a Biarritz, la California d’Europa
Gioiello incastonato nella costa atlantica sudorientale della Francia, Biarritz è un’elegante e raffinata cittadina molto amata dai locals e dai turisti. Un tempo questa cittadina era la destinazione preferita da nobili ed aristocratici ed è proprio qui che nel 1915 Gabrielle Chanel aprì la sua prima boutique di pret-a-porter, in una villa di fronte al Casinò. Ad oggi, Biarritz è conosciuta come la California d’Europa e ogni anno attira migliaia di visitatori incantati dalla qualità della vita e soprattutto dalle onde del mare! Il surf è un vero must in questa città e sono numerosi i surfisti europei e non che vi si recano per praticare questo sport, crogiolarsi al sole sulle spiagge candide e godersi un drink all’Extola Bibi, da cui si gode di un’ottima vista. Per le donne amanti di questo sport, in estate vengono organizzati numerosi surf camp dove è possibile imparare tutti i trucchi per cavalcare l’onda perfetta!

 

L’esplosione dei colori di Valencia
Con la stagione calda alle porte Valencia è la scelta perfetta per un emozionante city break! Ogni anno, a marzo, Valencia accoglie Las Fallas, la festa tradizionale più attesa dell’anno: un mix di musica, arte e folklore che ogni anno richiama migliaia di turisti da tutto il mondo, riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Durante le settimane del festival in ogni angolo della città si svolgono eventi enogastronomici, concerti e mostre ma il culmine della manifestazione coincide con la sfilata dei ninots, giganteschi e colorati pupazzi di cartapesta che nella serata conclusiva vengono bruciati in un suggestivo spettacolo pirotecnico. Dopo i festeggiamenti si consiglia di andare alla scoperta di un quartiere della città ancora lontano dal turismo di massa, il Barrio Cabanyal, un quartiere storico marinaro dove ancora oggi la vita è scandita dai ritmi dei pescatori al lavoro. Le barracas, ovvero le dimore tipiche del luogo e le piccole case di pescatori, sono impreziosite da colorate piastrelle dipinte o incise, che rendono questo quartiere ancora più colorato e affascinante.

 

A qualcuno piace caldo: rilassarsi in una sauna a Tampere
Nonostante sia la terza città più popolosa della Finlandia, Tampere ha mantenuto il fascino e l’identità di una piccola cittadina, complice anche lo straordinario paesaggio naturale con parchi verdeggianti e specchi d’acqua cristallina. Città dal florido passato industriale e tessile, Tampere è famosa per i suoi stabilimenti color rosso porpora che si riflettono nelle acque dei laghi Näsijärvi e Pyhäjärvi e si incastrano perfettamente nella natura circostante. Per vivere al meglio l’esperienza finlandese è d’obbligo fare una sauna, vero simbolo della tradizione finlandese e da sempre considerata un luogo sacro dove purificare anima e corpo e ritrovare la completa armonia con sé stessi. Si consiglia di recarsi alla sauna Rajaportti, la più antica sauna pubblica ancora in funzione della Finlandia, per fare un viaggio nel tempo nella cultura della sauna finlandese e sperimentare l’effetto benefico del vapore sulla pelle, secondo le tecniche più tradizionali.