tavolo con tagliere e noci aperte con un martello

Stop ansia da rientro in ufficio e scuola con cioccolato, noci e camomilla. Integrare anche con magnesio e vitamina B, gli esperti: “Riposare almeno 7/8 ore per notte, niente caffè e via libera a tisane rilassanti a base di camomilla, lavanda e melissa”.

Il rientro in ufficio, così come la ripresa degli studi, dopo le vacanze estive è un momento di grande stress, ancor più sentito quest’anno a cui si aggiunge una comprensibile ansia dovuta all’incertezza del periodo e del susseguirsi di normative e regole per la ripresa lavorativa e scolastica che non contribuiscono alla serenità e all’equilibrio psico-fisico.

“Malessere generale, irritabilità, difficoltà a dormire e stanchezza. Sono i sintomi classici del cosiddetto ‘stress da rientro’ – spiega la dott.ssa Giovanna Geri farmacista, nutrizionista e co-fondatrice della startup VitaminaUna manifestazione psicologica che viene avvertita anche a livello fisico e per chi deve riprendere la routine quotidiana può diventare particolarmente fastidiosa e sfibrante”.

tavoletta di cioccolato

 Alcune piccole, ma fondamentali, accortezze nella vita quotidiana e nell’alimentazione e, dove serve, un aiuto con l’integrazione di vitamine, sali minerali ed estratti vegetali possono aiutare a superare indenni (o quasi) questo delicato periodo.

“Prima di tutto il riposo è un punto chiave – chiarisce la dott.ssa Geri – cercare di dormire almeno 7/8 ore per notte, ripristinando il ritmo circadiano su orari non da vacanza ma da quotidianità. Meglio evitare caffè e altre sostanze stimolanti soprattutto la sera, a cui preferire tisane rilassanti a base di camomilla, lavanda o melissa”.

L’alimentazione
“Calmanti e buonissimi ci sono alcuni cibi che possiamo chiamare “antistress” da aggiungere quotidianamente alla propria dieta – suggerisce la dott.ssa Geri di Vitamina – Per colazione un bel cucchiaio di semi nello yogurt e a metà mattina 5/6 noci poiché contengono un’elevata quantità di selenio, un minerale antistress. Dopo un pasto un pezzetto di cioccolato fondente che contiene triptofano, il precursore della serotonina, sostanza del buonumore per eccellenza. Per finire alla sera prima di andare a letto con una tazza di camomilla per distendere la mente prima di addormentarsi.”

L’alimentazione è importante, così come le buone abitudini quotidiane, ma in alcuni casi non bastano. Ed è qui che l’integrazione con vitamine, sali minerali ed estratti vegetali può risultare la scelta più efficace.

infusore a alcune bustine di tisane

Vitamine, sali minerali ed estratti vegetali
“Il magnesio aiuta a rilassare mente e muscoli e può rivelarsi utile per combattere irritabilità e difficoltà a dormire – spiega l’esperta – le vitamine del gruppo B mantengono in equilibrio il sistema nervoso, in particolare la vitamina B6 e B1. Nei casi invece più difficili vengono in soccorso gli estratti vegetali: rodiola e ginseng agiscono come tonici psico-fisici, modulando la risposta energetica e ricaricando le pile più velocemente. Importanti per percepire meno stanchezza, malumore e irritabilità.” 

“Se il problema più impellente è quello del riposare bene dobbiamo evitare questi tonici e prediligere fitoterapici ad azione sedativa o ansiolitica come passiflora, melissa e valeriana, da prendere rigorosamente la sera poco prima di andare a letto – conclude la dott.ssa Giovanna Geri di Vitamina – Per i più giovani la difficoltà può essere anche quella di ritrovare il ritmo circadiano corretto, dovendosi alzare presto per la ripesa degli studi. L’ideale in questo caso è la melatonina che può metterci più tempo ad agire ma il risultato, poi, è garantito.”

Sportiva per passione ma con la determinazione di un professionista, ha deciso di dedicare anima e corpo a fare tutto quello che la rende felice. Lo sport è sicuramente il motore che la spinge a dare il massimo in tutto, la passione è il cuore pulsante per realizzare i suoi sogni. In procinto di laurearsi in scienze dell'educazione per l'infanzia ha da sempre mostrato al mondo la sua spiccata sindrome di Peter Pan, stare in mezzo ai bambini accentua il suo essere libera, la sua creativa e l’innata capacità di saper volare con la fantasia, impresa ardua per molti adulti e invidiata da altri. Diventa quindi passaggio semplice affacciarsi al mondo della scrittura dove, più che in altri ambiti, si è liberi di lasciar fluire i propri pensieri permettendo, anche agli ignari spettatori dei suoi articoli, di poter raggiungere e dare una sbirciata all’inarrivabile Isola che non c’è.