Se avete amato La casa di carta non potete perdervi queste serie TV

27

Quando una serie tv di una certa fama e durata finisce è sempre una sensazione strana. Si forma inevitabilmente un vuoto nel cuore dei fan, orfani dell’attesa di una nuova stagione e consapevoli che il finale, apprezzato o meno, è infine giunto. La casa di carta è l’ultima delle serie tv ad aver dovuto dire addio ai propri seguaci, confezionando un commovente saluto in cui i fan sono diventati protagonisti e parte di quella resistencia vestita di rosso e mascherata da Dalì.

La serie spagnola ideata da Álex Pina è diventata un fenomeno mondiale sin dalla prima stagione: un’idea nuova e accattivante basata sul riscatto, la resistenza e la ribellione contro un paese ingiusto. Le tutte rosse e le maschere di Salvador Dalì, simboli della serie e del suo messaggio, hanno ispirato il vestiario di proteste e manifestazioni intorno al mondo, riaccendendo (anche se per poco) uno spirito di lotte popolari contro il sistema. Spirito che, come tutte le mode, è svanito dopo l’hype iniziale, venendo sostituito da altro.

La casa di carta

È in ogni caso innegabile l’impatto della serie sugli spettatori: lo show ha lasciato un segno profondo, pur avendo diviso più volte i fan. E proprio loro si chiedono ora come poter riempire la mancanza di una prossima stagione de La casa di carta. Se è vero che il 2023 porterà con sé lo spin-off di Berlino, uno dei personaggi più amati della serie, il problema di trovare una valida alternativa al professore e la sua banda rimane. Per questo motivo abbiamo scelto per voi alcune serie simili a La casa di carta per sentirne meno la mancanza.

Vi manca la rapina de La casa di carta? Ecco Lupin

Lupin

Come non potevamo inserire nella lista Lupin? La serie francese, amata dagli abbonati Netflix, racconta di Assane Diop (Omar Sy), un ladro che da Arsenio Lupin ha imparato le regole e i trucchi per realizzare un furto perfetto. Se vi piacciono le rapine ingegnose, gli intrighi, i tradimenti e le vendette, questa è la serie adatta a voi. Tutti ingredienti principali anche ne La casa di carta, anche se qui non c’è una banda di rapinatori ma un unico uomo determinato a vendicare la morte del padre.

Peaky Blinders

Peaky Blinders 6

Ah, il fascino dei criminali! Se questo, tra le altre cose, è ciò che avete amato di più ne La casa di carta, allora anche Peaky Blinders sarà in grado di conquistarvi. Ambientata a Birmingham dopo la prima guerra mondiale, la serie è incentrata sulla famiglia Shelby e in particolare sul secondogenito Thomas, boss della gang chiamata Peaky Blinders. Il crime-drama vede protagoniste le lotte tra gang e le attività criminali nel paese e oltre. Come nella serie spagnola, anche qui il senso di appartenenza a un gruppo e a una famiglia è forte. Sebbene non ci siano delle rapine, gli affascinanti criminali inglesi, esperti di truffe e vendette, non hanno nulla da invidiare alla banda del professore. Chissà che cosa sarebbe successo se i due gruppi si fossero incontrati…

Narcos

netflix novembre

Questa serie non ha bisogno di presentazioni, anche se vi starete chiedendo: che cosa c’entra con “La casa di carta”? Beh, non basta parlare di rapine o ladri per essere simile alla serie spagnola: gli ingredienti principali sono la criminalità, l’ambizione, i tradimenti e la volontà di costruire qualcosa di grande e destinato a lasciare un segno nella storia.

Narcos tratta di una storia vera, e lo fa con una maestria senza eguali. Pablo Escobar appare un personaggio complicato e controverso, con una mente tanto crudele quanto ambiziosa. In questa serie assisterete alla costruzione di un impero criminale immenso, con a capo un unico uomo e la sua volontà.

Breaking Bad

Breaking Bad

Capolavoro indiscusso dello scorso decennio, Breaking Bad traspira criminalità da ogni poro pur raccontando di persone “normali” e della loro battaglia nel voler vivere la vita come vogliono, e non come gli viene imposta. Anche qui le vicende partono da un obiettivo di un uomo, una volontà ben precisa in grado di dare vita a una catena imprevedibile e grandiosa di eventi.

Prison Break

Prison Break serie tv

Evasioni, condanne ingiuste, ingegnosità: Prison Break regala ai fan 3 degli elementi principali più amati in serie come La casa di carta, pur trattando un argomento del tutto differente. Lo show narra la storia di Michael, che si fa rinchiudere nella stessa prigione del fratello, ingiustamente condannato, per aiutarlo ad evadere. La serie convince per i colpi di scena, l’adrenalina sempre alta e, perché no, relazioni amorose difficili e proibite.

Dallo stesso ideatore de La casa di carta: Sky Rojo

Sky Rojo

Ad Álex Pina piace parlare di libertà, e in Sky Rojo si serve di tre prostitute in fuga per farlo. Coral, Wendy e Gina fuggono dal locale in cui lavorano per liberarsi dall’oppressione di Romeo, il loro capo. Le tre donne cominciano una rocambolesca fuga senza meta, col solo obiettivo di liberarsi degli scagnozzi di Romeo e vivere finalmente una vita libera, smettendo di essere schiave del denaro.

Mr. Robot

Mr Robot

La lotta contro il sistema marcio e corrotto è il trait d’union tra La casa di carta Mr. Robot, un’altra delle serie più amate degli ultimi 10 anni. Nel caso della serie statunitense non ci troviamo di fronte a una banda, ma a un solo uomo con l’obiettivo di abbattere il sistema e soverchiare l’1% dell’1% dei più ricchi del mondo. Qui l’obiettivo non è arricchirsi e fuggire col malloppo, ma piuttosto ridistribuire la ricchezza tra il popolo ed eliminare le ingiustizie e le differenze sociali. Uno spirito comunque condiviso anche dalla banda del professore, formata da reietti e rivoluzionari.

Dallo stesso ideatore de La casa di cartaWhite Lines

White Lines

Pina non ha intenzione di fermarsi: White Lines è l’ultima delle serie da lui realizzata, simile a La casa di carta per gli elementi di mistero, tensione e drammi del passato che permeano i 10 episodi della serie tv. Ambientata a Ibiza, White Lines vede Zoe Collins recarsi sul luogo della scomparsa del fratello per indagare su cosa sia successo e scoprire la verità.

Purtroppo lo show è stato cancellato dopo una sola stagione, ma per gli amanti dei drammi spagnoli rimane comunque un buon passatempo per lenire un po’ della nostalgia per la banda del professore.