And Just Like That, una settimana di scoperte e interessanti rivelazioni. Recensione episodio 3

8

Se avete notato del flirt tra Miranda e il Che subito dopo il loro incontro decisamente poco amichevole nel secondo episodio di And Just Like That, potreste aver trovato qualcosa di più interessante nel terzo. Proprio alla fine, dopo che lei, Carrie e Charlotte hanno assistito alla stand up comedy dal vivo che Che sta registrando per Netflix, Miranda dice di tornare a casa, ma invece fa qualche passo indietro e di nascosto si intrufola all’after party per vedere la sua nuova amica. Miranda è estremamente nervosa e in queste situazioni diventa molto chiacchierona, non riesce a trattenersi dall’adulare il Che, che le dice di respirare. “Oh, Miranda respira”. Con una mossa sexy e spettacolare, Che soffia un tiro di fumo d’erba nella bocca di Miranda, quasi baciandola, e probabilmente scuotendola nel profondo.

Ma come siamo arrivati qui?
Beh, Miranda ci ha detto molto tempo fa, nella serie originale di “Sex and the City”, che suo marito Steve Brady (David Eigenberg) non è un “fondamentalista”, lui e Miranda erano più amichevoli che amorosi, e in “And Just Like That” sembra essere ancora così.

Miranda e Steve non fanno sesso da anni, lo rivela a Charlotte in modo casuale mentre prendono un caffè, lei si chiede se sono ancora una coppia o solo “coinquilini con la passione per il gelato e un figlio insieme”.
La performance del Che offre un eccitante contrappunto a questa monotona vita domestica. È una sfrenata serata incentrata su LGBTQ+, piena di battute che sembrano più che altro grida di protesta, con la performer che dice alla folla che essere confusi è una buona cosa – un concetto con cui Miranda si rende conto di avere a che fare – e se c’è qualcosa che non ci piace, che sia la propria camicia o forse anche la propria identità di genere, possono cambiarla. Miranda potrebbe essere pronta a sconvolgere la sua vita stabile in favore di una rivoluzione personale? E se così fosse, potrebbe alleviare il bisogno che sente di portarsi dietro mini bottiglie di vodka nello zaino?
La saggezza intrinseca nella stand up del Che viene colta chiaramente anche da Charlotte, che prende appunti mentali tra una risata e l’altra su come il messaggio si riferisce alla sua vita. Rose, la più giovane delle sue figlie, ha appena confessato che non si sente sempre una ragazza. Charlotte, all’inizio, non è del tutto sicura di quanto seriamente prendere la cosa, e nemmeno il suo migliore amico Anthony, che fondamentalmente le dice di ignorarla.

Ma durante lo spettacolo di Che, la vibrazione di accettazione e amore per se stessi che pulsano tra la folla incoraggiano Charlotte a seguire il suo istinto e assicurarsi che Rose si senta sostenuta e amata. Chiama Rose dopo lo spettacolo solo per dirle “ti voglio bene”. Come una tipica adolescente, Rose vuole solo tornare a giocare a Mario Kart.

Per Carrie, l’esibizione del Che in And Just Like That è soprattutto una fuga da una settimana altrimenti piena di dolore e frustrazione. Natasha Naginsky (Bridget Moynahan), alias “l’idiota senza anima”, riappare e insieme a lei ritroviamo anche la pazza e nevrotica Carrie (quanti ricordi).
All’inizio dell’episodio, durante la lettura del testamento di Big, Carrie scopre che il suo defunto marito ha lasciato un bel milione a Natasha, la sua ex moglie. Carrie non può fare a meno di chiedersi perché, ed esserne completamente ossessionata.
Carrie si fa prendere dall’ansia (un classicone) e si convince che Big e Natasha fossero ancora in contatto prima della sua morte, forse avevano anche una relazione.

Inizia a rovistare nell’appartamento dove lei e Big hanno vissuto negli ultimi anni in cerca di indizi e viene stuzzicata da una foto di Gogi, un vecchio cane di cui non ha mai saputo nulla, che trova nel suo portafoglio. Cos’altro non sa? È una domanda urgente che sembra avere una sola risposta: Natasha era davvero l’amore della vita di Big, e lui si è pentito di aver scelto Carrie al posto suo.

Nonostante le rassicurazioni di Miranda e Charlotte, Carrie deve sentire dalla donna stessa se questo è vero. Manda un’email a Natasha ma viene bloccata. Le manda un messaggio su Instagram ma viene bloccata. Così Carrie conclude che il prossimo passo logico è presentarsi senza preavviso nell’ufficio di Natasha.
In una demoralizzante sequenza di eventi, l’assistente di Natasha mente spudoratamente a Carrie dicendo che Natasha è a Roma, ma l’hanno vista pochi minuti prima entrare nell’edificio e in seguito la vedono alla finestra del suo ufficio. Peggio ancora, Natasha vede Carrie sul marciapiede, indicandola come una stalker squilibrata. Come se questo non fosse abbastanza mortificante, qualche giorno dopo Carrie sorprende Natasha che sta usando il bagno in una caffetteria.

Entrambe sono così sorprese che Carrie rovescia la sua bevanda calda e si brucia, nonostante non voglia avere a che fare con Carrie, Natasha ha pietà di lei in una scena che ricorda il momento in cui, nella serie originale, l’ha sorpresa a sgattaiolare fuori dalla sua dimora coniugale con Big.
Durante quella scena, Natasha si ferisce e Carrie si prende cura di lei. Ora è Carrie che ha bisogno e Natasha è in debito. Le da del ghiaccio per la mano ma, cosa più importante, alcune risposte di cui ha disperatamente bisogno, le dice che lei e Big non sono stati più in contatto dal divorzio. Natasha non ha idea del perché lui le abbia lasciato dei soldi, e lei non li vuole. Non c’è stata nessuna relazione e nessuna scappatella con il suo ex marito.
Carrie ragiona sul fatto che i soldi siano il modo di Big per chiedere scusa a Natasha, cosa che anche Carrie si sente obbligata a fare. Si lasciano cordialmente con la promessa di non disturbarsi a vicenda sui social media.

Il fatto che Big non abbia avvertito la moglie di questa decisione nel suo testamento è stata selvaggiamente sconsiderato, ma questo è anche il suo tratto distintivo. Anche dall’oltretomba ha ancora il potere di far perdere l’equilibrio a Carrie e, peggio, di farla sentire come se non fosse mai abbastanza. Il che è come dire che Big è ancora il solito Big, anche quando da defunto. Questo nuovo episodio di And Just Like That riporta la stagione in carreggiata, recuperando i problemi delle prime due puntate e ricollegandoci a quello che è stato Sex and the City.