Renato Pozzetto che fine ha fatto ? dopo l’attore ecco cosa fa adesso per vivere

1200

Renato Pozzetto è stato uno degli attori di maggior successo degli anni ‘70 e ’80 con i suoi film indimenticabili come ‘Il ragazzo di campagna’ e le sue divertenti gag cabarettistiche.

Milanese d’adozione, Renato è nato il 14 luglio 1940 a Laveno, in provincia di Varese. È proprio nella città lombarda che incontra tutti i suoi maggiori collaboratori e, sempre nella città meneghina, quasi in segno di riconoscimento, ha girato innumerevoli film, creando un immaginario collettivo di questa città che rimarranno nella memoria storica per sempre.

Insieme all’amico di sempre e compagno di avventure Cochi Ponzoni, ha creato veri e propri tormentoni dal mitico “taaac” alla “vita l’è bela”, un pezzo capace di attraversare le epoche e infatti proprio nel 2019 era stato portato sul palco dell’Ariston insieme al gruppo Lo stato sociale.

Ma la sua voglia di fare, e far bene, è irrefrenabile, infatti è proprio del 2021 il film Lei mi parla ancora di Pupi Avati, che vede un Renato Pozzetto come non siamo abituati, diverso da quello che abbiamo imparato a conoscere nei tanti film divenuti cult, in questa pellicola malinconica colpisce la sua toccante interpretazione drammatica, sincera e intensa, che gli è valsa un riconoscimento importante, il Nastro d’Argento Speciale. All’età di 81 anni Renato dimostra di essere ancora l’attore di infinito talento che abbiamo imparato a conoscere e amare nel tempo.

Ma come mai è sparito? Che fine ha fatto

L’attore e cabarettista lombardo, può definire la sua carriera un insieme di trionfi, a partire dalle prime partecipazioni al Derby in coppia con Cochi Ponzonim per poi approdare sul grande schermo, catturando il pubblico di tutte le età con il suo umorismo surreale, irriverente ed esilarante.

Ha raccontato, in una chiacchierata, che per amore di sua moglie, Brunella Gubler, con cui è stato sposato per oltre 52 anni, ha fatto il pendolare, lui stesso dice della moglie scomparsa nel 2009, “ho fatto il pendolare tutta la vita. Ho amato solo lei”. Ed è vero è stata l’unica donna che Renato Pozzetto ha amato nella sua vita. Ma adesso sembrano davvero lontani quei tempi, quelli del ragazzo di campagna o 7 chili in 7 giorni.

Sono poche anche le sue apparizioni in televisione, qualche tempo fa è stato ospite da Barbara D’Urso a Domenica Live, sempre in grande stile, l’attore ha dimostrato di non aver perso il suo humor nonostante qualche nota amara che ha dovuto sopportare. Sembrerebbe infatti che qualche anno fa avesse avuto problemi di salute per i quali ha dovuto annullare i suoi impegni artistici.

Ma il grande attore non si fa scoraggiare da niente, lui che è da sempre un grande artista e allo stesso tempo un uomo di grande umiltà, con un temperamento incredibile ha ripreso in mano le redini della sua vita dopo il grande successo del film di Pupi Avati ha deciso di allontanarsi dai riflettori, dedicandosi a quello che dice essere da sempre stato un suo sogno, ovvero aprire una piccola locanda in stile rurale.

Renato Pozzetto

Ed è quello che ha fatto, proprio a Laverno sul Lago Maggiore, sua città natale, ha aperto una locanda che conta in tutto una ventina di camere e un ristorante, reinventandosi imprenditore del settore alberghiero. Se pensate che non lo rivedrete molto presto sugli schermi, mai dire mai, perché proprio in un’intervista Domenica Live aveva dichiarato che se ci fosse stata l’occasione sarebbe tornato sul set molto volentieri.

Insomma, il primo amore non si scorda mai.