Claudio Amendola, dopo l’infarto la vita stravolta: ecco com’e adesso

728

Claudio Amendola, amatissimo attore italiano, regista, produttore, sceneggiatore, ha alle spalle una carriera davvero invidiabile, fatta di grandi successi che possono renderlo fiero del suo percorso artistico.

Claudio Amendola, dopo l'infarto la vita stravolta: ecco com'e adesso

Nel 2015 ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista ai Nastri d’Argento per il film Noi e la Giulia. Ma questo è solo uno dei tanti riconoscimenti che ha avuto l’attore romano, infatti, nel 1993 Claudio ha vinto un altro prestigiosissimo premio, il David di Donatello come migliore attore non protagonista del film Un’altra vita con Silvio Orlando e Antonello Fassari.

Il suo successo è dovuto alle grandi doti recitative ma soprattutto anche alla capacità di sapersi reinventare. Di recente è tornato a far parlare di sé, come sappiamo cinque anni fa nel settembre del 2017 ha avuto un infarto e questo gli ha cambiato radicalmente la prospettiva sulla propria vita.

Infatti l’attore, figlio d’arte del doppiatore Ferruccio Amendola, ha in seguito rivelato nelle interviste di aver temuto per la propria vita.

Come è cambiata la vita dopo l’infarto

Si trovava a casa, Amendola, quando ha cominciato ad avvertire delle difficoltà respiratorie. In quel momento per fortuna, con lui c’era sua moglie Francesca Neri, la quale ha velocemente intuito la gravità di quanto stava accadendo e lo ha velocemente portato in ospedale. L’attore in quel periodo stava lavorando sul set della fiction Rai Nero a metà.

Con queste parole Amendola ha dichiarato, in seguito alla brutta esperienza, di aver cambiato le sue priorità: “Ho rivoluzionato le mie priorità. Il lavoro era il mio dio, ora ho capito che contano gli affetti e le risate”.

Per Claudio Amendola si è trattato di un evento difficile che lo ha condotto a mettere in atto una vera e propria svolta nella sua vita.

Le nuove priorità: la famiglia

Claudio Amendola ha avuto un leggero infarto circa cinque anni fa e da quel momento ha ammesso di aver cambiato prospettiva sulla sua vita da quando è accaduto. Ha raccontato in più occasioni pubbliche come sia cambiata la sua vita dopo quel problema di salute, dal drastico calo di peso, al radicale cambiamento del suo stile di vita con queste parole:

“Ti rimette dritto per il resto della vita. Ho smesso di fumare, bere, magnare male, ho perso 14 kg. È una piccola cosa che mi ha fatto capire che la vita è meravigliosa. È una delle mie scommesse vinte. Quella notte ho detto a me stesso ‘scommettiamo che domattina sto bene?’ e così è stato”.

LEGGI ANCHE-> Anna Valle e la confessione scioccante: la malattia è cronica

L’attore aveva parlato della delicata esperienza in un’intervista su Vanity Fair spiegando che una volta pensava soprattutto al lavoro e alla propria soddisfazione professionale, il fulcro della sua vita.

Ma dopo ‘l’infartino’, come lo ha definito l’attore, le cose sono cambiate, ora non è più così.

Ho rivoluzionato le mie priorità. Il lavoro, che per me era il dio, unico e solo, della mia vita, ha smesso di esserlo. Ci sono altre cose, molto più importanti, che il lavoro stava facendo in modo che io non vivessi.

Amendola ha spiegato di aver sempre avuto un’idea sbagliata del lavoro, girava tutto intorno a quello e se non lavorava sentiva che avrebbe potuto stare male. Il Claudio di Amendola di oggi è un uomo nuovo, intenzionato a godersi la famiglia, e la donna che gli è affianco: sua moglie Francesca Neri.