Maggie Smith, le condizioni di salute allarmanti dell’attrice di Harry Potter

658

Maggie Smith è meglio conosciuta per i suoi ruoli in franchise epici, è un camaleonte quando si tratta di ritrarre dai più disparati personaggi. Questo include l’ammaliante interpretazione della professoressa Minerva McGranitt nella fortunata serie Harry Potter e l’ostinata ma amabile interpretazione della contessa Violet Crawley in Downton Abbey.

Maggie Smith

La sua impeccabile capacità di recitazione e la sua natura spiritosa, hanno fatto sì che Maggie Smith sia adorata dai fan di tutto il mondo. Più recentemente, i fan sono stati mandati in subbuglio per le voci riguardo al prossimo film di Downton Abbey perché sembra che sarà caratterizzato da una “morte straziante”, e la contessa Crawley è la principale sospettata a causa della sua età.

La morte è stata accennata già alla fine del primo film che ha debuttato nel 2019, in una scena con Lady Mary Violet ha rivelato che soffre di “una malattia che probabilmente le toglierà la vita”. Anche nella vita reale non se la passa particolarmente bene, Maggie soffre di una malattia cronica che ha richiesto un intervento chirurgico quando aveva solo 33 anni, questa malattia l’ha quasi resa cieca.

Parlando con il New York Times in un’intervista approfondita, la star ha ricordato la sua battaglia con la malattia di Graves, una condizione causata da ipertiroidismo – una tiroide iperattiva.

All’86enne è stata diagnosticata la condizione da bambina, e nel corso degli anni si è manifestata più volte. Come afferma il National Health Service, circa tre persone su quattro con una ghiandola tiroidea iperattiva soffrono di questa condizione.

Essendo una patologia autoimmune, il corpo attacca erroneamente la tiroide e questo fa sì che diventi iperattiva. La malattia di Graves può colpire chiunque, particolarmente soggette sono le donne sotto i 40 anni. Questo è esattamente ciò che è successo all’attrice, quando la condizione è peggiorata nel 1988 all’età di 33 anni.

Mentre era nel bel mezzo di un anno impegnata in uno spettacolo intitolato “Lettice” ha sofferto di sintomi esasperanti come la sporgenza degli occhi e il gonfiore intorno ad essi. La sporgenza degli occhi, conosciuta dal punto di vista medico come Oftalmopatia di Graves, colpisce solo circa il 30% di coloro che hanno la malattia e può essere incredibilmente dolorosa.

Anche altri organi del corpo possono essere colpiti in modo importante da questa condizione, non solo gli occhi. Come per qualsiasi malattia cronica, tutti gli individui soffrono di sintomi diversi e con la malattia di Graves, la lista dei sintomi è abbastanza estesa.

LEGGI ANCHE -> Downton Abbey II – Una nuova era, slitta ancora la data di uscita del film

La ricaduta di Maggie Smith

La ricaduta di Maggie Smith nel 1988 non era l’unica cosa di cui doveva preoccuparsi. Nel novembre dello stesso anno, era caduta dalla bicicletta e si era fratturata la spalla e la parte superiore del braccio, rendendo la performance nello spettacolo ancora più difficile.

Parlando di questo periodo davvero difficile, ha detto: “È stata una specie di nebbia di disperazione, davvero. È stato orribile avere un braccio rotto; orribile con lo spettacolo, non volevo deludere tutti; e per di più, avevo un aspetto assolutamente spaventoso, e non sapevo da che parte girarmi”.

Per curare la condizione, Maggie si sottopose a radioterapia e chirurgia ottica. Questo è stato accompagnato da 12 mesi di quasi isolamento mentre si riprendeva, con lividi e punti di sutura per curare la sporgenza.

I trattamenti per la malattia di Graves in generale hanno lo scopo di fermare la sporgenza di ormoni tiroidei e diminuire gli effetti che questi ormoni hanno sul corpo. Passando attraverso la radioterapia, in particolare la terapia con iodio radioattivo, il livello di radiazione distrugge le cellule tiroidee.