Paolo Rossi vittima della malattia, adesso su una sedia a rotelle

486

L’attore comico Paolo Rossi, tra i più amati della scena teatrale è stato vittima di una malattia che lo ha costretto alla sedia a rotelle. Come sta oggi?

Paolo Rossi è sempre stato un artista completo, infatti con la sua comicità spazia dal teatro alla tv passando per il cabaret.

Paolo Rossi ha messo fin da subito in mostra il suo talento, a cominciare dai suoi esordi quando partecipò a uno spettacolo diretto nientemeno che da Dario Fò, andata in scena al prestigioso Teatro alla Scala di Milano.

Paolo Rossi è nato in Friuli Venezia Giulia ma è stato nel capoluogo lombardo che l’attore e comico ha consacrato il suo talento e la sua carriera, prendendo parte ad una lunga serie di spettacoli teatrali.

Il debutto cinematografico invece, è arrivato nella seconda metà degli anni ottanta. Il primo film in assoluto sul grande schermo in cui ha recitato si intitola “Via Montenapoleone”, con la regia di Carlo Vanzina.

LEGGI ANCHE -> Elodie e quella malattia di cui forse nessuno sa. La rivelazione atterrisce il pubblico

La malattia di Paolo Rossi

Paolo Rossi è tra le persone più discrete del mondo dello spettacolo e ha sempre cercato di tenere la sua vita privata al di fuori dall’attenzione mediatica. Paolo Rossi ha tre figli, nati da altrettante donne con cui ha avuto relazioni.

Il primo si chiama Davide ed è figlio di Lucia Vasini, anche lei attrice. La seconda invece è Georgia, ma il nome della madre continua a rimanere un mistero. Il più giovane infine, Shoan, è nato dalla storia d’amore ancora in corso con l’attuale compagna, Nadia Abubacker, ballerina nata in Eritrea.

La sua è ed è stata una carriera brillante fatta di tanti successi e l’attore ha avuto anche una vita soddisfacente con tre figli e tre amori diversi l’ultimo dei quali in corso, ma non è stato sempre tutto rose e fiori. Verso la fine degli anni novanta Paolo Rossi ha passato un bruttissimo periodo.

All’epoca infatti, gli è stata diagnosticata una malattia, la polinevrite acuta. Questo tipo di patologia consiste nell‘infiammazione di svariati nervi periferici, tanto da rendere molto difficile la deambulazione del malato, così come è successo allo sfortunato attore che è stato costretto per un periodo sulla sedia a rotelle.

Appena scoperta la cosa Paolo Rossi fu costretto all’epoca a rinviare tutti i spettacoli e gli impegni lavorativi che erano in programma, pensando solo a curarsi. Per fortuna dopo un periodo di cure l’attore è riuscito a migliorare e riprendere il suo lavoro.

Tra gli ultimi lavori in cui lo abbiamo visto ci sono due film: La mia banda suona il pop di Fausto Brizzi e Volevo nascondermi, diretta dal regista Giorgio Diritti. Infine, soltanto qualche mese fa, Rossi ha pubblicato un libro dal titolo Meglio dal vivo che dal morto.