The Continental, data di uscita, cast e tutto quello che sappiamo finora sul prequel di John Wick

215

È il momento del check-in al The Continental Hotel. 

The Continental

John Wick domina la scena cinematografica internazionale. È uno dei franchise d’azione universalmente lodati, con uno dei protagonisti più amati nella storia di Hollywood: Keanu Reeves. Dopo tre film, il franchise ha incassato più di mezzo miliardo di dollari in tutto il mondo.

Ogni nuova entrata quasi letteralmente raddoppia i guadagni del suo predecessore, dimostrando che un’ondata crescente di fan sta prendendo d’assalto ogni uscita, e tutti hanno la schiuma alla bocca per altra violenza. L’azione è eccessiva e impressionante. Il tempo trascorso dal regista Chad Stahelski come coordinatore degli stunt di arti marziali e controfigura di Keanu nella trilogia originale di Matrix informa chiaramente la sua percezione delle capacità della sua star e di come catturarle al meglio.

Mentre le squisite scene d’azione sono certamente l’attrazione principale, l’atmosfera e la costruzione del mondo lo distinguono da altri film di eroi d’azione invincibili. Il mondo sotterraneo al neon degli assassini, dei gangster e delle industrie popolate dai personaggi bizzarri che fanno soldi con loro, sembra illimitato nella sua prevalenza. Una di queste istituzioni, che è presente in ogni film, è il Continental Hotel di New York City.

Il Continental Hotel è un porto d’amnistia in un mondo di lavoro sporco, gli avventori possono visitare il bar, godersi un pasto o una stanza per la durata che possono permettersi. Possono godere dell’intera abbondanza di servizi e privilegi dell’hotel sotto l’accordo che tutti devono essere “fuori servizio” (vale a dire, niente uccisioni) quando sono nei locali, per non incorrere nell’ira della direzione.

L’hotel è gestito da un uomo enigmatico e generoso di nome Winston (Ian McShane). Il contegno amichevole ma formale di Winston è accompagnato da un luccichio acuto nei suoi occhi e da una comodità che tradisce il suo potere. La performance di McShane è sgargiante ma sofisticata e ha contribuito a suscitare l’interesse per il passato storico del personaggio.

Nel 2017, una serie spin-off di John Wick è stata annunciata con pochissime informazioni aggiuntive. Sono passati quattro anni, quasi cinque, da quando lo show è stato annunciato, e i dettagli del casting e della storia hanno finalmente iniziato a trapelare negli ultimi mesi. Ecco un riepilogo di tutto quello che sappiamo su The Continental.

Di cosa parla The Continental?

The Continental

The Continental è una serie prequel ambientata a New York durante lo sciopero dei servizi igienici del 1970 che ha visto la città letteralmente sommersa dai rifiuti. Mentre inizialmente era stata annunciata come una serie che sarebbe andata di pari passo con gli eventi dei film e che avrebbe addirittura presentato dei camei di Keanu, sta riportando gli spettatori all’inizio.

Kevin Beggs, presidente di Lionsgate per la TV, ha parlato a Deadline nell’aprile del 2021, dove ha rivelato che lo show seguirà un giovane Winston nel suo percorso per diventare lo steward del The Continental Hotel di New York. Dato il divario di 40 anni tra questa serie e i film, si stanno già diffondendo notizie di rifacimenti.

L’ambizione della serie è notevole. Tra le aspettative, il rifacimento di personaggi iconici, e la qualità della televisione d’azione come Game of Thrones e Gangs of London, The Continental dovrà dare davvero il massimo per essere all’altezza. I primi commenti di Chad Stahelski sulle sue speranze per lo show smentiscono le aspirazioni della produzione dicendo: “Sì, mi piacerebbe fare un tentativo e dimostrare al mondo televisivo che si può avere azione in uno show televisivo. Sarebbe un bel fiore all’occhiello, certo”.

Chi c’è nel cast di The Continental?

The Continental

A vestire i panni di Winston Scott è Colin Woodell, interpreterà Winston senza tutto il potere che ha accumulato dalla sua ascesa. Woodell è affiancato da Ayomide Adegun, che interpreterà un giovane Caronte, un personaggio caro ai fan dei film grazie alla performance di Lance Reddick.

A completare il cast c’è Peter Greene (Pulp Fiction). Greene sarà lo Zio Charlie, l’esperto di smaltimento cadaveri dalle labbra serrate che appare brevemente nei film. Il nome più importante della serie è Mel Gibson nel ruolo di Cormac. Poco si sa del suo personaggio, ma il leggendario attore e regista si unisce ad un cast di varia esperienza.

A completare il cast di personaggi sconosciuti ci sono Ben Robson (Vikings) come Frankie, Hubert Point-Du Jour (Doctor Death) come Miles, Jessica Allain (The Laundromat) come Lou, Mishel Prada (Vida) come KD, Nhung Kate (The Housemaid) come Yen.

The Continental è diretto da Greg Coolidge, noto soprattutto per la sua scrittura comica, e Kirk Ward. Condividono i crediti di scrittura con Chris Collins (John Wick Chapter 3: Parabellum), Derek Kolstad (John Wick Series), e Ken Kristensen (Happy) nello show.

Al di fuori dei personaggi, condividerà anche una grande quantità di menti creative in comune con i film. Chad Stahelski, Derek Kolstad, David Leitch (Deadpool 2), Paul Wernick (Deadpool), Rhett Reese (Deadpool) e Shawn Simmons saranno i produttori esecutivi dello show. Mentre originariamente vantava Chad Stahelski come regista per uno degli episodi, Albert Hughes (Codice Genesi) è ora destinato a dirigere l’episodio iniziale e finale, con un regista sconosciuto che dirigerà la parte centrale.

Quando è prevista l’uscita di The Continental?

The Continental

LEGGI ANCHE-> John Wick 4, data di uscita, cast, trama, dettagli sulle riprese e tutto quello che sappiamo finora

Lo show è programmato per un’uscita nel 2022 su Starz senza una data specifica, per l’uscita in Italia dovremo attendere ancora un po’, sicuramente almeno fino a che non ci sarà una data ufficiale, probabilmente arriverà su Amazon Prime. Sarà una miniserie con tre episodi da 90 minuti.

Con John Wick: Chapter 4 previsto per il 24 marzo 2023, non è chiaro se il pubblico vedrà prima il film o la serie.

Per saperne di più su The Continental, continua a controllare a seguirci e ricorda le due regole che non possono essere infrante: non si lavora su terreni consacrati e un cartello deve sempre essere onorato.