The Crown, l’evento reale più orribile della serie è peggiore di quanto si pensi

127

The Crown di Netflix ha raccontato molti degli eventi più scioccanti della storia, ma gli orrori che si sono svolti sotto la nebbia londinese degli anni ’50 erano decisamente più cupi e terrificanti nella vita reale.

The Crown

Nel corso delle sue quattro stagioni, la serie ha ottenuto ampi consensi da parte della critica per la sua capacità di descrivere accuratamente i principali eventi storici. Nonostante la sua reputazione, The Crown ha a malapena scalfito la superficie del Grande Smog di Londra, e ci sono molteplici ragioni orribili per cui i suoi veri eventi non sono di dominio pubblico.

The Crown: il segreto dell’evento reale più orribile della serie

Nella prima stagione, Londra è immersa in una nuvola scura di fumo fuligginoso conosciuta come The Great Smog del 1952. Questo smog rende l’aria irrespirabile ed è frutto di un improvviso calo della temperatura che intrappolava gli inquinanti nell’aria, formando uno spesso strato di smog.

Questo ha soffocavo Londra e i suoi abitanti per cinque giorni e – secondo le stime del Met Office – avrebbe provocato almeno 4000 vittime. L’orrore e l’estremo bilancio di questa tragedia rappresentata in The Crown ha acceso una discussione nel 2016 sul motivo per cui The Great Smog non era ben conosciuto nella cultura contemporanea dell’epoca, nascondendo fatti orribili riguardanti la Londra degli anni ’50.

The Crown

Il Grande Smog è stato minimizzato a Londra grazie alle azioni di un serial killer attivo all’epoca. John Reginald Christie, residente a Notting Hill, è stato uno dei serial killer più prolifici del Regno Unito, che ha ucciso almeno otto donne tra il 1943 e il 1953. Secondo Radio Times, Christie, che ha nascosto i corpi delle sue vittime nei muri della sua casa e sotto le assi del pavimento. Nel 1953 fu arrestato e condannato a morte, attirando l’attenzione del pubblico.

Inoltre, il primo ministro dell’epoca, Winston Churchill, cercò di minimizzare il Grande Smog e usò gli orribili crimini di Christie per distogliere l’attenzione dalla fuliggine mortale che cadeva dal cielo.

LEGGI ANCHE -> La serie prequel di ‘The Crown’ sarebbe in lavorazione e affronterà il regno dei quattro re

Cosa non ci racconta The Crown

The Crown

Sebbene non menzionata in The Crown, la carneficina decennale di Christie ha causato il panico di massa nei media negli anni precedenti al suo arresto, in particolare considerando che il vicino di Christie, Tim Evans, era stato giustiziato per aver ucciso sua moglie e suo figlio prima che Christie confessasse.

Con questi omicidi che si verificano quando lo smog si è accumulato su Londra, i media hanno scelto di dare la priorità alla loro storia di serial killer rispetto allo smog che avvolge la città, poiché una minaccia umana sembrava molto più tangibile di una nuvola di fumo mortale che scende dal cielo. Tuttavia, il fatto che Christie abbia asfissiato le sue vittime fornisce un inquietante confronto con lo smog che asfissiava Londra, con i media dell’epoca che consideravano i suoi crimini contro l’umanità il minore di due mali.

Di conseguenza, con l’attenzione del pubblico deviata, il vero Winston Churchill ha avuto ampie opportunità di continuare il suo piano per ridimensionare sistematicamente la gravità dell’inquinamento atmosferico, insistendo sul fatto che il Grande Smog fosse solo nebbia.

La serie tv raffigura il primo ministro Churchill che esprime la sua preoccupazione per i crescenti “disordini in Egitto ” e l’importanza di difendere il Canale di Suez durante la sua udienza con la regina Elisabetta II. Solo quando Churchill visita in prima persona gli ospedali per vedere le migliaia di persone colpite dallo smog, si rende conto della gravità della situazione e prende provvedimenti immediati.

The Crown ha anche illustrato la crescente preoccupazione della monarchia per le centrali elettriche del centro città che il partito di Churchill stava costruendo, fornendo informazioni storiche sul fatto che l’inquinamento atmosferico a Londra era stato un problema importante per qualche tempo. Ciò chiarisce ulteriormente perché i londinesi e i media non abbiano reagito con più panico.

Considerando la negligenza del governo che incontra la storia di un brutale serial killer – esca perfetta per spostare l’attenzione dal pericolo sopra il naso dei londinesi – è chiaro il motivo per cui la vera storia che circonda la rappresentazione del Grande Smog di The Crown non è del tutto nota, seppur rappresenta una delle più rilevanti tragedie umane accadute nella storia.