Ozark, si è iniziato a parlare seriamente degli spinoff. Lo dice lo showrunner

110

Lo showrunner di Ozark Chris Mundy dice che c’è interesse per uno spinoff che si svolge nello stesso universo della popolare serie di Netflix.

Ozark

Lo showrunner di Ozark afferma che la serie potrebbe avere uno spinoff prima o poi. La serie, che è andata in onda su Netflix per un totale di quattro stagioni, è stata creata da Bill Dubuque e Mark Williams nel 2017. Lo show è incentrato su Marty Byrde (Jason Bateman), un papà di periferia che trasferisce la sua famiglia nel Missouri centrale per aiutare ad espandere la sua attività di riciclaggio di denaro.

La serie è interpretata anche da Laura Linney nel ruolo della moglie Wendy, stratega di pubbliche relazioni, Sofia Hublitz nel ruolo della figlia Charlotte, Skylar Gaertner nel ruolo del figlio Jonah e Julia Garner nel ruolo di Ruth Langmore, una giovane donna il cui destino si intreccia con quello della famiglia Byrde.

Ozark ha concluso la sua corsa con l’uscita della parte 2 della stagione 4 il 29 aprile 2022. Il finale è stato descritto dal regista e star Bateman come “un lieto fine – ma zoppicante”. Nonostante questo, la storia sembrava ben conclusa nel momento in cui i titoli di coda scorrevano – almeno per la famiglia Byrde.

Dalla conclusione dello show, però, molti si sono chiesti se uno spinoff che si svolge nell’universo di Ozark potrebbe realizzarsi.

Ozark

TVLine ha avuto l’opportunità di chiacchierare con lo showrunner Chris Mundy dopo l’uscita della serie finale di episodi di Ozark, durante la conversazione, ha detto che il finale della quarta stagione potrebbe non essere l’ultima storia da raccontare del mondo della serie.

Anche se “non c’è niente di definitivo”, proprio per via di quanto sia popolare lo show c’è “un certo interesse”. Tuttavia, qualsiasi altra serie di questo mondo probabilmente non presenterebbe nessuno dei personaggi principali della serie attuale, perché Mundy vuole che la loro storia abbia un finale chiaro.

Lo stesso ha detto, “È sicuramente qualcosa di cui la gente ha parlato molto. Non c’è niente di definitivo. Siamo fortunati che le persone sembrano apprezzare molto lo show, quindi c’è ovviamente un certo interesse.

Ci sono ancora modi per rimanere all’interno dello show e rivisitare le cose. Era davvero importante per me finirlo. Questo è il lavoro che abbiamo fatto, abbiamo fatto del nostro meglio e speriamo che alla gente piaccia. E poi qualsiasi cosa che ne derivi sarà una cosa a sé stante, anche se è nel nostro universo”.

Anche se la famiglia Byrde e Ruth probabilmente non apparirebbero in un potenziale spinoff di Ozark, c’è ancora molto materiale disponibile per Netflix. Lo spinoff potrebbe potenzialmente concentrarsi sull’altro lato dell’operazione, affinando le storie del cartello della droga messicano gestito dal personaggio di Feliz Solis, Omar Navarro.

È anche possibile che lo spinoff possa tracciare un altro lato del commercio di droga, sia attraverso la compagnia farmaceutica di Claire Shaw o come il Cartello Navarro abbia influenzato altre aree del paese.

Ozark

LEGGI ANCHE-> Inventing Anna: la vera storia, cosa è reale e cosa ha cambiato Netflix

Se Ozark dovesse ottenere uno spinoff, sarebbe parte di un nuovo precedente per Netflix. Mentre il gigante dello streaming è molto interessato al franchising con i suoi film originali, di solito non era interessato a creare nuove serie che fossero nello stesso universo delle loro serie precedenti dopo il crollo del loro universo Defenders (che era un crossover tra Daredevil, Jessica Jones, e altre proprietà Marvel Netflix).

Tuttavia, con un’imminente serie Bridgerton incentrata sulla vita della regina Charlotte e la recente uscita del loro spinoff Big Mouth Human Resources, il banco sarebbe certamente pronto per una potenziale continuazione di Ozark.