Thor: Love & Thunder, la teoria su come Jane Foster diventerà Lady Thor (una vera dea)

479

Thor: Love & Thunder vedrà Jane Foster trasformarsi nel Potente Thor – ma potrebbe diventare un vero e proprio dio, permettendo a Thor di ascendere ancora più in alto?

Thor: Love & Thunder

Thor: Love & Thunder potrebbe trasformare Jane Foster nell’attuale Dea del Tuono, mentre Thor Odinson diventerebbe il Dio degli Dei. Taika Waititi ha rilanciato efficacemente il franchise di Thor con Thor: Ragnarok ed è tornato nel MCU per l’inevitabile sequel. Questa volta, il regista promette di attenersi un po’ di più ai fumetti, in particolare all’iconica storia di Jason Aaron, che ha trasformato Jane Foster nel potente Thor.

In qualche modo, Mjolnir tornerà e trasformerà la Jane Foster di Natalie Portman in un nuovo Thor. Non è la prima umana che si è dimostrata degna di brandire Mjolnir – l’onore spetta a Steve Rogers in Avengers: Endgame – ma, curiosamente, è la prima a trasformarsi quando impugna il martello.

Capitan America ha ottenuto tutti i poteri di Thor senza gli il costume, ma Jane ha uno stile completamente nuovo. Non è chiaro se Thor Odinson conoscerà la vera identità del Potente Thor quando si incontreranno, o se la apprenderà nel corso del film. Nei fumetti, Jane ha tenuto il costume per nascondere il suo volto e Odinson ha scoperto la verità solo dopo diversi mesi.

Nei fumetti, Jane Foster era degna di diventare Thor perché stava morendo di cancro, ogni volta che usava Mjolnir e si trasformava, la magia del martello annullava l’effetto della chemioterapia, il che significava che il suo eroismo la stava uccidendo, ma lei credeva che dovesse esserci sempre un Thor e riteneva che valesse la pena pagare questo prezzo. È stato confermato che il cancro avrà un ruolo in Thor: Love & Thunder e questo potrebbe creare l’opportunità per Jane Foster di diventare letteralmente la Dea del Tuono.

Come un umano diventa un dio nei fumetti Marvel

Thor: Love & Thunder

Nei fumetti, chiunque ne sia degno ottiene il potere di Thor quando impugna Mjolnir, e di solito (anche se non sempre) subisce anche una trasformazione fisica. Ma si tratta sempre di un cambiamento temporaneo, che si ripresenta a volontà o quando si perde il contatto fisico con il martello incantato Mjolnir di Thor per un certo periodo di tempo.

I fumetti sono stati incoerenti nel trattare questi esseri trasformati, a volte suggerendo che non solo esercitano il potere di Thor, ma sono anche divinità funzionali a sé stanti. Jane Foster, ad esempio, non solo era il potente Thor, ma veniva anche chiamata Dea del Tuono.

Ma nei fumetti ci sono stati casi in cui un essere umano si è trasformato in un vero e proprio essere divino; un’intrigante eccezione è stata un adolescente di nome Alexander Aaron. Alex era figlio di Ares e di una donna umana non identificata e aveva ereditato dal padre capacità divine. Assunse il nome in codice Phobos per la sua capacità di proiettare la paura nella mente degli altri e divenne uno dei Guerrieri Segreti di Nick Fury.

Pur essendo il Dio della Guerra, Ares era orgoglioso dei risultati ottenuti dal figlio e alla fine lo portò sull’Olimpo per incontrare gli dei. Per la gioia di Ares, gli dei dell’Olimpo riconobbero Phobos come un degno Dio della Paura, ma in seguito disse a suo figlio un’ultima cosa che avrebbe dovuto accadere perché diventasse davvero un dio. “Sei nato come un ragazzo mortale, figlio di una donna mortale, e anche se non sei un semidio non raggiungerai la tua piena divinità finché non accadrà un’ultima cosa”.

Fece una pausa, costringendo Alex a chiedere chiarimenti. “Devi morire, figlio, per poter rinascere un giorno”, spiegò Ares. Sembra che, nell’Universo Marvel, la morte sia la fase finale per diventare un dio.

La storia del cancro di Jane Foster potrebbe portare alla sua morte – come nei fumetti

Thor: Love & Thunder

Thor: Love & Thunder è l’adattamento dell’iconica storia di Jason Aaron, in cui Jane Foster diventa il Potente Thor. Questa storia è arrivata al culmine in Thor #705, quando Jane Foster è morta dopo aver scelto di diventare Thor per l’ultima volta. In quella storia, Jane sapeva che la trasformazione in Thor la stava uccidendo e il suo corpo era diventato così fragile che un’ultima trasformazione sarebbe stata sufficiente a ucciderla.

Ma con Asgard minacciata da una creatura nota come Mangog, scelse di schierarsi in difesa del Regno Eterno, anche se questi si era rifiutato di accettarla. Jane riuscì a sconfiggere il Mangog solo attaccando una catena indistruttibile intorno al mostro e attaccando la catena al Mjolnir, per poi lanciare il martello contro il sole stesso. In questo modo la magia di Mjolnir fu neutralizzata una volta per tutte e Jane divenne umana… e morì.

In termini tematici, la morte del Potente Thor è stata una scrittura intelligente da parte di Jason Aaron. La tradizione giudaico-cristiana sottolinea l’idea di Dio che si sacrifica per il bene degli esseri umani, i film e i fumetti di Thor hanno spesso stabilito un concetto simile di sacrificio di sé che sta alla base di ciò che significa essere degni. Ma il destino di Jane Foster è invertito, perché è un’umana che sceglie di morire per conto degli dei.

Thor: Love & Thunder non presenta il Mangog, ma il suo cattivo principale è Gorr il Macellatore di Dei, che è impegnato in una ricerca simile per uccidere tutti gli dei. Sarebbe quindi perfettamente appropriato che la storia si concludesse nello stesso modo. La morte è una porta girevole nei fumetti, dove Odino resuscita Jane. Il MCU potrebbe adottare un approccio diverso, con la morte di Jane che serve essenzialmente come passo finale nella sua ascesa alla divinità. Potrebbe davvero diventare il nuovo, potente Thor.

Thor Odino potrebbe diventare il Dio degli Dei

Thor: Love & Thunder

Thor Odinson è già un dio, ma in realtà non occupa più il suo ruolo tradizionale. L’arco narrativo di Thor nel MCU è stato finora piuttosto incoerente, ma il tema centrale è quello di un dio alla ricerca di un senso di identità.

Inizialmente Thor era troppo simile al padre Odino, bellicoso e imperiale, e se fosse diventato re avrebbe lanciato Asgard in una guerra per conquistare nuovamente i Regni; così Odino lo ha bandito sulla Terra, incantando Mjolnir con l’incantesimo del valore e dando così inizio alla ricerca di Thor per capire che tipo di dio avrebbe dovuto essere. Il trailer di Thor: Love & Thunder conferma che questa ricerca continuerà, e sarà certamente esacerbata quando incontrerà una nuova Dea del Tuono.

LEGGI ANCHE-> Thor: Love & Thunder, analisi del Trailer: 18 rivelazioni e segreti sulla storia

Se Thor: Love & Thunder si ispira davvero ai fumetti, allora la situazione potrebbe sfociare nella scoperta di una nuova identità da parte di Thor Odinson. Nei fumetti, Gorr ha costruito la Bomba di Dio, un’arma che avrebbe distrutto ogni dio mai esistito. Thor si è opposto a questa forza terrificante e gli dei hanno riposto la loro fiducia in lui. Questa fede lo trasformò brevemente, conferendo a Odino un potere superiore a qualsiasi cosa avesse mai visto prima, facendolo diventare il “Dio degli Dei”.

LEGGI ANCHE-> Thor: Love & Thunder, il trailer rivela un dettaglio strappalacrime

Sarebbe opportuno che la Marvel rispecchiasse questo arco narrativo nell’MCU, con Thor Odinson che assume questo ruolo in modo permanente come sovrano di tutti gli dei, mentre Jane Foster prenderebbe il suo posto nel Pantheon norreno. Questo renderebbe certamente i temi della trasformazione e dell’identità centrali in Thor: Love & Thunder.