Meghan Markle, l’ictus e la corsa in ospedale, il momento è stato drammatico

327

Un momento davvero drammatico quello vissuto dal padre di Meghan Markle, Thomas che è stato compito all’improvviso da un terribile ictus mentre si trovava per strada.

Meghan Markle

Una situazione davvero da panico quella in cui si è trovata catapultata la famiglia Markle, il padre della duchessa del Sussex è stato colpito da un terribile ictus, la costa in ospedale è stata fulminea e la paura era alle stelle, l’immagine di Thomas Markle con la mascherina per l’ossigeno ha fatto il giro del mondo è ha tenuto tutti con il fiato sospeso per un bel po’.

Da ultime informazioni sembra che il padre di Meghan Markle stia meglio e sia in fase di ripresa, le sue condizioni fortunatamente sono migliorate a tal punto che ha potuto far rientro alla propria dimora, nonostante non sarà un percorso semplice, vista la gravità della situazione, Thomas sta facendo del suo meglio per cominciare da subito il suo percorso di riabilitazione per recuperare il più possibile.

Soprattutto perché il terribile ictus ha riportato delle gravi conseguenze a livello verbale, attualmente l’uomo non è ancora in gradi di parlare. Secondo i medici e attraverso l’aiuto di un logopedista, sembra ci siano delle ottime probabilità che con tanto lavoro e sicuramente sacrificio e dedizione, ci possa essere un recupero importante.

Lo stesso papà della duchessa del Sussex ha comunque voluto lasciare un messaggio di ringraziamento per chi gli è stato accanto e ha voluto personalmente rassicurare sulla sua situazione di salute con queste parole, “Non posso parlare in questo momento, ma sto lavorando sodo e ringrazierò adeguatamente le persone quando potrò”.

Poi ha continuato ringraziando tutti per il grande affetto e i tantissimi messaggi ricevuto in un momento così delicato della sua vita.

Ovviamente nei suoi ringraziamenti non sono mancati quelli al personale ospedaliero che si è occupato prontamente della sua situazione dandogli le cure necessarie per potersi rimettere, un messaggio di profonda stila, ammirazione e gratitudine, “Sono estremamente grato e so quanto sono fortunato ad essere vivo. Voglio ringraziare tutti, in particolare i meravigliosi medici e infermieri che mi hanno salvato la vita. Sono angeli”.

Parole che lasciando intendere quanto Thomas Markle abbia davvero vissuto un incubo che, nonostante non sia ancora del tutto finito, lo ha riportato a uno stato di tranquillità per la sua vita.

Meghan Markle

Il saluto commosso alla regina

Il padre di Meghan Markle sarebbe dovuto essere presente ai festeggiamenti per il Giubileo di platino della regina Elisabetta, un evento importantissimo che si è svolto all’inizio di giugno per festeggiare i 70 anni della reggenza di sua maestà.

Purtroppo proprio mentre si apprestava a partire per il lungo viaggio il terribile ictus lo ha colpito duramente non permettendogli si essere presente all’evento, nonostante tutto ha voluto mandare alla regina Elisabetta II un augurio speciale, “Volevo venire a rendere omaggio alla regina. Le auguro un felice Giubileo e molti altri anni”.

L’incidente di Thomas Markle e il terribile ictus

Una situazione terribile quella che ha dovuto vivere l’ex direttore delle luci di Hollywood, Thomas si trovava per strada quando improvvisamente è caduto, fortunatamente è stato subito soccorso da alcuni passanti che come un amico dello stesso racconta, lo hanno letteralmente “raccolto dal marciapiede”.

Una situazione disperata, l’ictus è stato causato da un coagulo di sangue sul lato destro del cervello, sono stati fondamentali i pronti soccorsi e la corsa in ospedale, prima l’uomo è stato portato in un ospedale in Messico non molto distante dalla sua abitazione a Rosarito, in seguito c’è stato il trasferimento in una struttura di San Diego in California, qui è rimasto per una settimana in terapia intensiva.

Meghan Markle

Nonostante la situazione inizialmente drammatica, a oggi gli stessi medici hanno confermato che il recupero di Thomas Markle è stato notevole, non negano che dovrà affrontare un periodo molto pesante dove ci sarà un duro lavoro da fare prima di poter ritrovare una stabilità, lo stesso ha detto, “Voglio guarire. Sono così fortunato ad aver avuto cure e amore incredibili. Grazie a tutti”.