Ossessione Alessandro Gassman, parole sconcertanti: “Ho iniziato a riflettere sulla fine…”

494
Alessandro Gassmann è senz’altro uno degli attori e registi più prolifici del mondo dello spettacolo.
Non fa in tempo a concludere un set che già è pronto per iniziare un nuovo progetto. Ma le sue ultime dichiarazioni manifestano un grande dolore per un’altra importante battaglia di cui si sta occupando da tempo. Ecco di cosa si tratta. 
Tra le serie tv più importanti in cui abbiamo visto Alessandro Gassman ricordiamo quella tratta dai romanzi di Maurizio De Giovanni I bastardi di Pizzofalcone, già alla quarta stagione e la più recente Un professore che ha riscosso un grande successo di pubblico.
Un Professore racconta la storia di Dante Balestra, docente di filosofia presso il liceo Leonardo Da Vinci di Roma. L’uomo non è solo un bravo professore ma anche un uomo affascinante che conquista le madri dei suoi allievi, il professore però sembra avere occhi solo per Anita, la madre di Manuel, un suo studente.

“Siamo la specie più dannosa”

Come tutti sanno Alessandro Gassman è anche molto impegnato sul fronte “green” e la preservazione dell’ambiente. Si preoccupa molto della questione climatica e porta avanti importanti battaglie in difesa del nostro pianeta: lo stesso Alessandro Gassman la definisce “un’esigenza” in un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica.

Tutto ha avuto origine quando è nato mio figlio. Ho iniziato a riflettere sulla fine di questo pianeta, siamo la specie più dannosa. Ho iniziato a pensare in maniera assillante e ossessiva al clima…“.

A riprova del suo impegno, tra le altre attività che già svolge, l’attore ha di recente pubblicato un libro dal titolo eloquente Io e i #Greenheroes, con Roberto Bragalone, dove racconta appunto  tutto il suo impegno per la causa ambientalista. I proventi della vendita del libro vengono usati per piantare nuovi alberi.

Così Gassmann oltre ad essere uno dei migliori artisti del panorama culturale italiano è anche un ambientalista convinto. Prossimamente lo vedremo impegnato in nuovi progetti, il suo lavoro non si ferma mai: “Ho due progetti come regista di cui ora non posso parlare, entrambi partono da Napoli…“. Questa dichiarazione fa parte di un’intervista rilasciata a Repubblica, dove l’attore e regista racconta anche delle serie Rai e del largo riscontro tra i telespettatori.

Ho di recente fatto il mio terzo film. Per la televisione mi aspettano due set. I bastardi di Pizzofalcone e a gennaio la seconda stagione di Un professore…”. Così per la gioia dei fan che lo seguono da sempre Gassmann non lascia mai il suo impegno di interprete e regista, per non parlare del suo legame con la città di Napoli che ormai si può dire lo ha adottato e dove porta avanti diversi progetti.