Che fine ha fatto Giorgio Mastrota? L’uomo delle televendite è sparito. Meritava di più

131

Giorgio Mastrota un nome che tutti ricordano per le televendite di cui era diventato un asso ora è sparito dai radar. La sua non è stata una bella fine.

Se dici televendita dici Giorgio Mastrota, per anni sulle reti Mediaset è stato il volto delle vendite televisive. Era talmente bravo da essere un modello per gli altri conduttori che hanno fatto anche le televendite. Ma ricordate le sue origini professionali? E che fine ha fatto oggi?

Se c’è una cosa che possiamo dire da Giorgio Mastrota è che ha sempre saputo guadagnarsi la simpatia del pubblico ottenendo grandi consensi in tutti i progetti ai quali ha preso parte. Come molti ricorderanno Giorgio Mastrota è stato sposato con Natalia Estrada, ballerina e soubrette che tra le altre cose la si ricorda per la pubblicità del Cynar dove ballava sul famoso jingle.  La loro storia è stata per molto tempo al centro del gossip.

La coppia ha avuto una bambina, oggi diventata una donna che a sua volta ha avuto una figlia e i due sono diventati nonni.  La coppia però, anche se ha mantenuto un bel rapporto, si è separata tempo fa.

Giorgio Mastrota, ecco cosa è successo nella sua vita. Dalla fine del matrimonio al lavoro

Nel periodo in cui Giorgio Mastrota e Natalia Estrada erano insieme si vociferava di un tradimento anche se i rumors non sono mai stati confermati, ma neanche fu fatta una smentita.

Come abbiamo detto, oggi i due mantengono un buon rapporto e si rispettano a vicenda, soprattutto per amore della figlia. Com’è giusto che sia.

Giorgio Mastrota e Natalia Estrada sono stati una delle coppie iconiche degli anni Novanta e di loro si parlò tanto, anche quando la storia volse al termine. Lei finì nell’occhio del “ciclone” (per citare il famoso film di Leonardo Pieraccioni al quale prese parte) e questa tempesta di gossip costrinse lo stesso Mastrota a intervenire per chiarire la situazione e mettere a tacere il gossip più becero.

A ricordare gli eventi del periodo è stato lo stesso Giorgio Mastrota durante un’intervista da Alessandro Cattelan: “Sai, quando ci siamo separati io ero la parte del cornuto e l’hanno detto al Tg5. Io lo sapevo già però improvvisamente 5 milioni di persone lo sapevano insieme a me. È stato catartico. All’epoca andavo dal macellaio e tutti ‘e dai su’… dopo un mese me ne sono fatto una ragione”. 

Malgrado tutto Mastrota non parla mai male della moglie e anzi giustifica il gesto di lei come un segno di insoddisfazione e di trascuratezza. Dopo alcuni mesi dal matrimonio, ha detto il re delle televendite, già non avevano più niente da dirsi. Pertanto era anche plausibile che le cose prendessero quella piega. Lui non sembra portarle rancore e riconosce anzi le sue colpe con grande umiltà.

“Confesso di averlo fatto anch’io nei mesi della crisi che poi ci ha portato alla rottura. Ho usato soltanto quel minimo di cautela, perché le mie scappatelle restassero segrete, a differenza di mia moglie”.

Quest’ultima frase, forse, è l’unica che tradisce un po’ di rancore ma a parte ciò il rispetto e lo stoicismo con i quali Mastrota prende la cosa sono evidenti.