Max Pezzali, l’inevitabile fine. Nessun dubbio sulla conclusione della storia

963

Max Pezzali questa volta è davvero arrivato al capolinea, dalle sue parole non si può pensare altrimenti: ecco cosa è successo.

La generazione anni Novanta ricorda tante cose di quel decennio con una certa nostalgia, una di queste è sicuramente la musica di Max Pezzali, le cui canzoni hanno accompagnato un’intera generazione e ancora oggi tutti le cantiamo a squarciagola conoscendo le parole a memoria.

Questo perché tutti noi abbiamo vissuto almeno una volta le situazioni raccontate da Pezzali nelle sue canzoni: La regola dell’amico, Come mai, Gli anni, Sei un mito, Eccoti, Una canzone d’amore e tante altre. E come se gli anni Novanta non fossero bastati, nel 2005 arrivò l’album Lo strano percorso che racchiudeva sostanzialmente la sua storia d’amore dell’epoca, storia che come tutti sanno si è conclusa da alcuni anni ispirando uno dei suoi ultimi album.

Perché Pezzali in effetti ha sempre raccontato con i suoi testi situazioni umane molto frequenti e spesso legate all’amore e all’amicizia, le canzoni sono “leggere”, ma i suoi testi sono molto profondi ed è impossibile non rivedersi in almeno una di quelle canzoni. Ciascuno di noi ha la sua preferita e le generazioni contemporanee conoscono i testi di Pezzali quanto noi degli anni Novanta perché Max Pezzali si è saputo sempre reinventare.

Il gruppo degli 883 che fondò nel 1991 insieme all’amico Mauro Repetto è un marchio degli anni Novanta e quando dal 2004 Pezzali ha proseguito come solista eccolo di nuovo sulla cresta dell’onda, perché chi ha amato gli 883 non poteva non seguirlo anche da solo.

Il viaggio è sempre stato un tema ricorrente nei testi di Pezzali, un argomento che gli è caro e di cui ha parlato nelle interviste: “Per me invece nel viaggio non importa la destinazione da raggiungere ma il percorso in sé, il fatto di godersi la strada, la compagnia, ogni singolo profumo. “Time Out” significa proprio questo: prendiamoci una sosta e godiamoci il viaggio indipendentemente dalla destinazione”. Questa una delle sue ultime dichiarazioni relative a uno degli ultimi pezzi.

Anche Pezzali come molti artisti della sua generazione è stato amico di Claudio Cecchetto che di talenti in quel periodo ne ha scoperti davvero tanti. Eppure sembra che il rapporto tra i due si sia rotto. Ecco cosa è successo.

Claudio Cecchetto e Max Pezzali la fine di un’amicizia

Dopo decenni dall’inizio della loro amicizia e del sodalizio artistico sembra che il rapporto tra Max Pezzali e Claudio Cecchetto si sia rotto per sempre, ma quali sono le motivazioni?

Pier Paolo Peroni il produttore di Pezzali ha dichiarato quanto segue: “Spiegare cos’è successo? Non posso farlo per questioni legali, mi dispiace”.

Sembra che la rottura sia dovuta a problemi economici di cui nessuno ha voluto dire nulla e di cui non si conoscono i dettagli, per questo i riferimenti non troppo approfonditi alle questioni legali di cui sopra. Sembra poi che l’amicizia tra i due sia finita diverso tempo fa.