“Vite al limite”una morte orribile: non ce l’ha fatta. I fan piangono la sua scomparsa

2399

Un’altra morte legata al programma di “Vite al limite”, un evento che ha scioccato tutti i fan del programma.

Vite al limite

“Vite al limite” di nuovo al centro delle notizie, questa volta però per motivi davvero terribili. Uno dei volti più conosciuti del programma ci ha lasciati, sconvolgendo migliaia di fan intorno al mondo.

Nel format persone che soffrono di grave obesità si rivolgono al dottor Nowzaradan per rivoluzionare la propria vita. Non si tratta solo di dimagrire, ma di riprendere le redini della propria esistenza e liberarsi della schiavitù dal cibo. Il dottore, però, impone regole molto ferree, e spesso per i partecipanti non è semplice seguirle alla lettera.

Ci vuole molta forza di volontà, forza che spesso i pazienti non riescono a trovare. Molti di loro, infatti, vengono da situazioni difficili, famiglie complicate, abusi e violenze. Il loro modo di affrontare il dolore è appunto buttarsi sul cibo, verso il quale sviluppano una dipendenza difficile da eradicare. Ai vissuti drammatici dei pazienti si aggiungono anche le offese e le prese in giro di chi non comprende la gravità della situazione.

Eppure ci sono anche molte storie di chi “ce l’ha fatta”: cambiamenti radicali che hanno riportato la felicità nella vita dei pazienti. La trasmissione è molto seguita, e ogni paziente ha tanti fan che lo supportano sui social, sia durante il percorso che dopo. Sì perché, se dimagrire non è semplice, non lo è neanche mantenere uno stile di vita sano dopo i vari interventi e il percorso in “Vite al limite”.

Vite al limite

Ad oggi il programma conta 5 stagioni, di cui l’ultima in corso. Il dottor Nowzaradan è l’indiscusso protagonista della trasmissione, diventato iconico per i fan del programma. Dietro le quinte, invece, alla regia, c’è suo figlio Jonathan, che ha sempre collaborato col padre.

“Vite al limite”, purtroppo ci lascia un volto conosciuto

A volte i pazienti di “Vite al limite” ritrovano la loro felicità; altre volte, invece, il loro percorso si conclude nel migliore dei modi ma poi la dipendenza ha di nuovo il sopravvento; altre volte ancora, purtroppo la loro vita finisce in tragedia.

È quel che è successo a un volto noto del programma. Gina Marie Krasley, una ragazza di 30 anni che era stata seguita dal dottore. Il suo passato è molto doloroso: la donna era stata vittima di abusi fisici e verbali da parte del padre, ed erano stati la causa della sua dipendenza.

Vite al limite

Dopo aver partecipato al programma, Gina Marie era riuscita a perdere 30kg. I suoi video spopolavano su TikTok, dove raccontava ai follower di voler aprire una scuola di danza. Purtroppo i suoi sogni si sono infranti: la ragazza è morta pochi giorni fa a causa di un problema cardiocircolatorio, causato dai suoi problemi di salute.