Bruno Arena, spunta la verità sul decesso. Terribile lutto nel modo dello spettacolo

424

Dopo molti anni di sofferenza ieri è morto Bruno Arena, del duo comico I fichi d’India, da tempo assente dalle scene a causa di un aneurisma le cui complicazioni lo hanno costretto a casa per molto tempo, speso per affrontare la malattia e concluso ieri con la sua dipartita nel dolore generale del mondo dello spettacolo.

La scomparsa di Bruno Arena ha commosso tutto il mondo dello spettacolo che si è stretto intorno alla famiglia e al collega Max Cavallari con cui avevano messo su il famoso duo comico Fichi d’India. La notizia della dipartita è arrivata sui social, condivisa da Gianluca il figlio di Bruno. Gianluca da tempo seguiva la carriera artistica come suo padre e, infatti, fa il cabaret. Nel post del suo contatto Instagram il ragazzo ha scritto: “Non ero pronto…Ma tanto non lo sarei mai stato…Buon viaggio papà…Lasci un vuoto immenso”.

La notizia ha commosso il mondo dello spettacolo che si è affollato di messaggi lasciati su tutti i canali, dai giornali, al web in generale, sui social, dove ogni componente dello spettacolo ha espresso il suo rammarico per l’accaduto. Bruno Arena stava affrontando la malattia da tempo, quando fu colpito dall’aneurisma nel gennaio del 2013, mentre registrava una puntata di Zelig.

Bruno si accasciò improvvisamente e fu condotto subito in ospedale dove si scoprì dell’aneurisma e della conseguente emorragia cerebrale per la quale si rese necessarie l’operazione chirurgica per tentare di salvarlo. Dopo quell’intervento, Bruno finì in coma.

Dopo il coma Arena non è stato più lo stesso perché l’emorragia gli aveva causato danni cerebrali permanenti. Era chiaro fin dal primo momento che non sarebbe stato più lo stesso e che per quanto potesse fare la riabilitazione non avrebbe mai potuto recuperare al 100 %. Fu chiaro fin da subito che Bruno Arena non sarebbe stato più lo stesso.

Bruno Arena, la vita dopo l’aneurisma

Gianluca è stato vicino a suo padre nel percorso di riabilitazione non lasciandolo mai solo e come lui anche l’amico di sempre e collega Max Cavallari. Sono stati anni difficili durante i quali Bruno Arena è uscito davvero poche volte di casa, in una di queste il 5 aprile del 2014 per assistere ad una partita dell’Inter, la sua squadra del cuore.

L’anno scorso era stata rilasciata una notizia che sembrava positiva. Gianluca era stato scelto come protagonista del film Uno di noi e si disse che Bruno avrebbe partecipato con un piccolo ruolo.

Purtroppo il progetto è stato sospeso per le difficoltà del Covid e ancora oggi non si sa quando sarà prodotto.

Quindi purtroppo quello che poteva essere il ritorno sul grande schermo di Bruno Arena, ma che purtroppo non si realizzerà mai. Rispetto alla sua morte non si sa se le cause siano da imputare agli strascichi di quell’incidente del 2013.