Home Moda I capi unici dalla forte identità di Costume National. Sfilata A/I 2016-17

I capi unici dalla forte identità di Costume National. Sfilata A/I 2016-17

CONDIVIDI SU

Costume National in passerella con la sua collezione A/I 2016-17 racconta un nuovo modo di pensare la moda, o meglio, il suo direttore creativo Ennio Capasa, rivaluta la possibilità di tornare a una moda dai ritmi meno frenetici, dove i capi di abbigliamento ritornino a essere pezzi unici con una loro precisa identità e individualità.
A dar forma a questa idea, Capasa, ha usato come muse donne dalla personalità spiccata e dalla grande sensibilità come Bjork, Marina Abramovich e Yoko Ono e su questa immagine ha disegnato capi meravigliosi come il cappotto trasformabile con abbottonature nascoste e pois di micropaillettes, abiti di lamé da giorno, completi pantalone in velluto cangiante, abiti a camicia in gessato con fili di lurex, ecopellicce ricamate, tute da aviatore di seta fluida, gonne svasate con taglio a vivo, tubini morbidi con ruches e cappotti lamé portati con stivali con stampa serpente, bluse e longuette di seta nera sciolta, pigiami con patchwork di stampe di foto di fiori realizzate da lui stesso.

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l'occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.