Home Moda Alberta Ferretti ristabilisce le regole della sensualità. Sfilata A/I 2016-17

Alberta Ferretti ristabilisce le regole della sensualità. Sfilata A/I 2016-17

CONDIVIDI SU

Chi ha detto che uscire di casa in pigiama è sinonimo di sciatteria?
La donna di Alberta Ferretti ristabilisce le regole del vestirsi, proponendo per la stagione A/I 2016-17 abiti come pigiami in seta verde con inserti in pizzo, colletto di pelliccia vaporosa o in chiffon con stampa floreale, fluidi e morbidi ondeggiano sensuali in passerella.
L’eleganza è sopraffina in questa collezione, come per il must have “Ferretti”, l’abito sottoveste in pizzo satin e velluto, con ricami di foglie, indossato con stivaletti stringati e cappotto di cashmere, sulla schiena un ricamo con uccellini e fiori tridimensionali.

Anche la tuta da lavoro in seta acquista sensualità con stampe in sile bosco, abbinata a moules di velluto ricamato.
Gli abiti da sera sono lunghi e scivolati in satin nero con fiori in rilievo e molte trasparenze e intarsi di pizzo patchwork, le tuniche con paillettes si scoprono meravigliose sotto il cappotto bouclé con inserto di pelliccia.
Una collezione, quella di Alberta Ferretti, che è capace di mescolare il giorno e la notte in una danza sensuale ed elegante.

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia

È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l’occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio.
In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce…