Home Storia e Curiosità Luoghi da Scoprire La Ravioleria Sarpi: un corso di cucina per preparare i ravioli cinesi

La Ravioleria Sarpi: un corso di cucina per preparare i ravioli cinesi

CONDIVIDI SU

Se ancora non avete assaggiato i ravioli de La Ravioleria Sarpi,  non avete idea di che cosa siano i veri ravioli cinesi dal cuore meneghino. In questo piccolo “mangiari di stradasi coniugano alla perfezione la tradizione gastronomica della Cina, con il raviolo, uno dei piatti più rappresentativi della cucina mandarina, alla bontà delle materie prime made in Italy, a cominciare dalla carne.
Il raviolo in questione si chiama Jiaozi (Zheng Jao se al vapore, Shuijiao se bollito) ed è il frutto dell’artigianato casalingo, di fatti, la cucina a vista mostra l’incessante lavoro dei cuochi nella preparazione.
I Milanesi hanno talmente amato questo prodotto di altissima qualità che è nata un’iniziativa davvero interessante, dal nome “IL MATTERELLO”, ovvero un corso di cucina per imparare a preparare a casa questi piccoli bocconcini paradisiaci.

Il corso avrà luogo lunedì 3 aprile, ed è a numero chiuso quindi vi consiglio di adoperarvi subito, se siete interessati, mandando una mail a amministrazione@zetaquadro.com specificando se volete partecipare al corso della mattina dalle ore 12:00 – 14:00 oppure a quello della sera dalle ore 18:30 – 20:30.

Armatevi di acqua, farina e un piccolo mattarello: ecco tutto quello che servirà per preparare i mitici ravioli.

La Ravioleria Sarpi
Via Paolo Sarpi n.27, Milano
Tel. 331 887 0596

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l'occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.