Home NEWS Marmellata al Gin Tonic: Spreadable gin, per la colazione dei campioni

Marmellata al Gin Tonic: Spreadable gin, per la colazione dei campioni

CONDIVIDI SU

Dall’Inghilterra arriva la svolta per gli amanti della colazione e per tutti coloro che l’hanno sempre snobbata e che da oggi potrebbero iniziare a farla: il negozio online Firebox ha lanciato sul mercato la Spreadable gin, letteralmente Gin spalmabile. Un marmellata al gusto Gin Tonic che vuole far concorrenza a tutti i gusti già presenti sul mercato catturando una fetta di pubblico più curioso e audace.

È importante sapere che, anche se la usate di prima mattina, non arriverete sul posto di lavoro sbronzi. Questo perché durante il processo di cottura quasi il 100% dell’alcool presente nel prodotto evapora conservando solo il retrogusto dell’amata bevanda alcolica senza gli effetti collaterali ben conosciuti sull’uomo. In realtà la Spreadable Gin potrebbe essere la soluzione al terribile hangover che, come sappiamo tutti, dovrebbe passare con il cosiddetto “richiamo alcolico” del giorno dopo.

Queste ovviamente sono tutte supposizioni, aspettiamo che qualcuno di voi la provi per darci delle prove effettive!

Quello che invece sicuramente sappiamo è che la composizione è tutta naturale, gin (3%), acido citrico, estratto di chinino, limone, zucchero e oli essenziali, quindi adatta anche per una dieta vegetariana e inoltre l’uso di questo prodotto non si ferma solo alla prima colazione ma può essere utilizzato anche in diversi ambiti, come ci viene spiegato sulla pagina dedicata su Firebox dove leggiamo: “spalmala, bevila, usala per i tuoi prodotti da forno o mangiala direttamente dal vasetto”. Oppure, per i più audaci in cucina: “Ottima con un sandwich al cetriolo“.

Insomma, con 11,29€ per 220 gr potrete portarvi a casa un prodotto davvero interessante, poi fateci un po’ quello che volete!

Aspettiamo di sapere se vi è piaciuta!

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l'occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio. In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce...