scarpe da ginnastica Lidl nei colori blu rosso e giallo con calzino bianxo e logo lidl

Il supermercato low cost per antonomasia, Lidl si lancia nel mondo della moda con una collezione davvero unica, non tanto per la fantasia dei capi che sono talmente trash da essere già diventati uno status, ma per il prezzo concorrenziale che fa impallidire i suoi “competitor” a basso costo. Infatti tra i capi di abbigliamento che si possono trovare ci sono scarpe, ciabatte, calzini e magliette in due versioni partono da 0,99 cent fino ad atrrivare a un massimo di 12,99 €.

 

Le scarpe, le più amate in assoluto dai consumatori, riprendo i colori del logo, ovvero il blu, il rosso e il giallo, hanno un design davvero minimal e sulla linguetta davanti riportano il logo del brand, costo totale, il più alto di tutta la collezione, 12,99€.
A seguire tra i più desiderati ci sono i calzini bianchi con il logo sulla parte laterale, ricodano un po’ quelli di IKEA, idea che nonn poteva passare inosservata. Il costo dell’operazione, state bene attenti è di 0.99 centesimi, un’offerta alla quale non si può dire di no, difficilmente troverete un prezzo più basso per delle calze di spugna. Alla collezione si vanno ad aggiungere le ciabatte in plastica, accessorio moda di questi ultimi anni al prezzo di 3,99€, ultime ma non ultime, per un look completo e tutto brandizzato ci sono le magliette in due fantasie, uomo e donna, con logo o con smile e logo a 3, 99 € o 4, 99€.

Se state già uscendo per correre nel primo Lidl vicino a voi vi affrettatevi perché come era successo in Olanda, sono letterlmente andate a ruba, quindi rischiate di non trovarle. Se proprio non riuscite a farne più a meno e questo desiderio vi tormenta la notte, anche se io mi auguro proprio di no, alcuni pezzi della collezione, soprattutto le desideratissime scarpe, vengono rivendute su ebay a brezzi incredibili, alcune aste arrivano fino a 800€. Però mi raccomando, non date adito a speculazioni, molte persone che hanno fatto la fila per comprare questi articoli poi li hanno messi sulle piattaforme di vendita a prezzi davvero vergognosi.

Alessandra Chiaradia
È nata a Milano ma ben presto è espatriata nella provincia. La Brianza è la sua casa, ma il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e, novella Sherlock Holmes, appena ne ha l'occasione ne svela i misteri, le meraviglie e anche qualche negozio. In overdose di creatività, il ruolo di Art Director inizia a starle troppo stretto; abbandonati i pennarelli inforca la Bic. “Lunga la strada, stretta la via… avete detto la vostra, adesso dico la mia”, per aspera ad astra c’è stato l’upgrade: entra nella hall of fame dell’Albo. Giornalisti si nasce...