Harry Styles Vogue in abito di alta moda

Harry Styles è il primo uomo a comparire sulla copertina di Vogue America in 127 anni di storia della rivista e lo ha fatto per dimostrare che esiste una moda senza genere, un passo importante che dimostra non solo quanto la star britannica sia indiscutibilmente un’icona di stile amata e ammirata da moltissimo tempo, ma soprattutto ha creato un punto di rottura necessario contro gli stereotipi di genere lanciando un messaggio importante, visto che ancora oggi le discriminazioni sono una delle minacce più forti all’uguaglianza e all’inclusione.

L’ex cantante dei One Direction ha dichiarato, “Mi ritrovo a guardare i vestiti delle donne, pensando che siano fantastici”, infatti la meravigliosa copertina mostra Harry in posa con un abito bianco, un blazer e con un palloncino in bocca, in un altro scatto lo si vede in un’elaborata gonna d’alta moda con le colline inglesi sullo sfondo. Oppure Styles indossa un voluminoso abito blu pervinca abbinato a una giacca da smoking nera.

 

Finalmente un passo avanti vero la “liberazione stilistica dell’uomo”, portando a una crescente esplorazione della fluidità di genere e del vestire non binario, molto popolare tra i millenari e le Gen-Z verso cui Vogue si rivolge. Sempre parlando con Vogue ha detto, “I vestiti sono lì per divertirsi, per sperimentare e per giocare. Quando si toglie dalla mente l’idea che ‘Ci sono vestiti per gli uomini e ci sono vestiti per le donne’, allora si possono rimuovere le barriere, ovviamente per aprire l’arena in cui si può giocare”.

Harry Styles Vogue la copertina di dicembre

Non ha davvero più senso parlare di vestiti da uomo e vestiti da donna, forse questo, nonostante le moltissime critiche arrivate, porterà a un primo passo in avanti nel sentirsi liberi di poter scegliere quello che ci fa stare bene e non quello che è giusto secondo la società in un accrescimento sempre più consapevole della libertà individuale.