Inventing Anna netflix miniserie

Inventing Anna, la nuova serie Netflix basata su una storia vera, vi farà impazzire, Anna Sorokin ha truffato amici e hotel per migliaia di dollari spacciandosi per la falsa ereditiera Anna Delvey.
C’è qualcosa che attrae in modo morboso il pubblico quando nelle storie, soprattutto se tratte da fatti realmente accaduti, ci sono di mezzo truffatori e artisti della truffa, come non ricordarsi del clamore che fece il documentario Fyre Festival. Questa new entry nel mondo delle serie sulle truffe sarà particolarmente attesa soprattutto per i fan di Shondaland, che ci ha regalato capolavori come Grey’s Anatomy o il nuovissimo Bridgerton, infatti è proprio Shonda Rhimes che sta producendo la serie Inventing Anna, la vera storia della truffatrice newyorkese Anna Sorokin, che ha derubato amici e hotel per 200.000 dollari nel corso degli anni, sfruttando la sua reputazione di giovane donna misteriosamente ricca, completamente inventata. La Sorokin ha guadagnato la fiducia del mondo dell’elite di New York facendogli credere di avere una fortuna di oltre 60 milioni di dollari, è riuscita a non farsi scoprire mantenere uno stile di vita lussuoso, mangiando nei migliori ristoranti della città e vivendo nei migliori hotel di Manhattan. La 29enne affermava che suo padre fosse un magnate del petrolio, per tenere in piedi l’inganno falsificava le registrazioni bancarie e i documenti d’identità.

Durante il suo folle periodo da truffatrice Anna Sorokin ha chiesto un prestito di 22 milioni di dollari per finanziare un club artistico privato, alla fine il prestito è stato rifiutato, ma ha convinto una banca a prestarle 100.000 dollari. È riuscita a risultare assolutamente credibile nel suo raggiro usando la tecnica di mostrarsi estremamente a suo agio nello spendere grandi quantità di denaro, spesso regalando agli amici oggetti preziosi e portandoli a cena in ristoranti di lusso.
In realtà la donna proviene da una famiglia russa della classe operaia che si è trasferita in Germania nel 2007, prima di trasferirsi a New York City Sorokin ha studiato a Londra e ha fatto uno stage presso la rivista Purple a Parigi. Durante il processo a suo carico anche il giudice di New York Diane Kiese ha detto di essere “sbalordita dalla complessità dell’inganno messo in piedi dell’imputata”, che comunque è stata giustamente condannata.

Inventing Anna durante il processo

Siamo davvero curiosi di vedere questa miniserie basata sull’articolo “How Anna Delvey Tricked New York’s Party People” (Come Anna Delvey ha ingannato i festaioli di New York) scritto da Jessica Pressler, che è anche produttrice del nuovo prodotto Netflix. Per dare maggiore forma e credibilità al ruolo, la protagonista, interpretata da Julia Garner, ha incontrato Anna Sorokin alla prigione di Rikers Island, dove ha scontato la sua pena per 12 anni, il 12 febbraio è stata rilasciata per buona condotta. La Garner ha descritto questa esperienza facendo notare che per lei era importante non avere pregiudizi verso la donna, ma cercare di captarne l’essenza per rendere al meglio le sue azioni, “L’ultima cosa che mi sarei aspettata di scoprire è che Anna è davvero divertente. È molto esilarante ed è super dolce e gentile”, ha detto la Garner.
Insieme alla Garner nel cast troviamo molti altri volti familiari, tra cui Laverne Cox che interpreta la life coach della Sorokin e Anna Chlumsky come reporter che indaga sulla sua storia. Il cast include anche Alexis Floyd, nel ruolo di Neff, un’aspirante regista che lavora come concierge in un hotel, conosce bene New York e i suoi abitanti, si ritrova inconsapevole spettatrice di alcune truffe della Sorokin.

Inventing Anna il cast

Purtroppo non si ha ancora una data di uscita, anche se è certo che le riprese siano in corso, questo anche a causa del Covid che sta mettendo in difficoltà moltissime produzioni, uno dei registi della serie ha dichiarato di aver dovuto affrontato non poche difficoltà dovute alla pandemia durante le riprese, specialmente perché la serie è racconta di un ambiente particolarmente movimentato, quello della New York che non dorme mai.
Un’altra curiosità è che la star e creatrice di Girls, Lena Dunham, ha già in programma di scrivere una sceneggiatura per la HBO basata su Rachel Williams, una delle persone truffate da Sorokin. I dettagli di questo particolare progetto non sono ancora stati rilasciati, ma quello che è certo è che ci sono altri contenuti su Anna Sorokin in arrivo.