MANN di Napoli gladiatori

Con la riapertura dei musei il MANN di Napoli propone esposizioni per tutti i gusti dalla mostra immersiva Gladiatori a nuove incursioni nella creatività contemporanea.
Nella sala dell’Ercole Farnese, sino al 2 giugno, è in programma la personale della fotografa napoletana Annamaria Laneri: l’esposizione “Trame sottili”, a cura di Miriam Capobianco, è un percorso in bianco e nero tra gli scatti che l’artista dedica all’universo femminile. Donne ritratte in luoghi e momenti diversi, legate da un filo che unisce generazioni solo apparentemente distanti: come nei miti di divinità filatrici, così nell’allestimento di Laneri emerge l’invito a ritrovare un mondo di connessioni tra antico e contemporaneo.
Spiega la fotografa: “Le mie immagini possono sembrare foto singole, ma diventano racconto per la capacità di coinvolgimento emotivo delle donne tra rabbia, stupore, gioia, abissi, risalite”.

MANN di Napoli

Tutte le foto sono in bianco e nero e collegate tra di loro da un cordoncino che le unisce in una sorta di filo narrativo che può essere seguito oppure no, proprio come ha detto l’autrice, dato che le foto sono anche autonome e raccontano di per sé una storia.
Si tratta di una personale non molto ampia che occupa una sola parete della sala Farnese, un piccolo angolo di contemporaneo fra le sculture dell’antichità classica; l’emancipazione delle donne tra i volti del passato a creare anche una sorta di continuità spazio temporale.

Un momento dell’allestimento della mostra I GLADIATORI presso il Museo Archeologico nazionale di Napoli.
ph. Mario Laporta/KONTROLAB

Dal presente di Laneri, nella sala della Meridiana del MANN di Napoli, torniamo al tempo dei gladiatori potendo osservare i reperti del passato con il supporto di un paio di occhiali AR (scelta questa opzionale) che permettono di integrare con informazioni storiche quanto vediamo dal vivo. Ci possiamo così immergere completamente nel racconto sui gladiatori scoprendo informazioni che di solito non vengono divulgate attraverso i film. Ancora una volta la tecnologia incontra l’antico per rendere esperienziale e dinamica l’esposizione.
Certo l’elemento tecnologico con le immagini che si vanno a sovrapporre potrebbe “distrarre” dall’oggetto reale un visitatore meno attento, ma sicuramente va a completare le parti mancanti.
Per i bambini il divertimento è assicurato e una visita al Museo non sarà più una semplice passeggiate in cui si fruisce passivamente dell’esposizione, ma un racconto narrato in modo interattivo che possa divertire tutti dai grandi ai piccoli. Dagli elmi a parti di armature, dalle stele alle incisioni arrivando perfino ad esemplari di scheletri quasi interi rinvenuti a York (Inghilterra), la storia dei Gladiatori non avrà più segreti.

MANN di Napoli

Cuore dell’allestimento sono centosessanta reperti che, nel Salone della Meridiana, risultano suggestivi tasselli di un affascinante viaggio di ricerca in sei sezioni: 1) Dal funerale degli eroi al duello per i defunti; 2) Le armi dei Gladiatori; 3) Dalla caccia mitica alle venationes; 4) Vita da Gladiatori; 5) Gli Anfiteatri della Campania; 6) I Gladiatori “da per tutto”.  Parte integrante dell’itinerario è la “settima sezione” tecnologica che, intitolata significativamente “Gladiatorimania” e concentrata nel Braccio Nuovo del MANN di Napoli, costituisce un vero e proprio strumento didattico e divulgativo per rendere accessibili a tutti, adulti e ragazzi, i diversi temi della mostra. L’esposizione “Gladiatori” è stata promossa con il sostegno della Regione Campania ed avrà approfondimenti ad hoc nell’Ecosistema Digitale per la Cultura della Regione Campania; partner della mostra  è Intesa Sanpaolo.

INFO:

Orari: 09.00 – 19.30 – chiuso il martedì
le operazioni di chiusura iniziano alle 19.00

chiusure festive:  25 dicembre 2021 – 1 gennaio 2022 – salvo iniziative di apertura straordinaria

Per disposizioni in materia di contenimento del contagio da COVID-19 la collezione del Gabinetto Segreto e la collezione delle gemme Farnese sono chiuse fino a nuove disposizioni.

“Si comunica che questo Istituto si impegna per offrire al pubblico un orario di visita quanto più esteso possibile, nel rispetto dei criteri per l’apertura al pubblico, la vigilanza e la sicurezza dei musei e dei luoghi della cultura statali previsti dal D.M. del 30 giugno 2016, in attesa che vengano espletate le previste procedure concorsuali finalizzate al superamento delle attuali carenze organiche e al conseguente incremento del personale in servizio”

Biglietti 2021*:
Intero giornaliero         € 10.00
Ridotto giovani            € 2
per cittadini dell’Unione Europea tra i 18 e i 25 anni non compiuti e 18 app   https://www.18app.italia.it/#!/

Ridotto famiglie € 16.00 (due adulti)
Ridotto speciale € 5.00 per titolari di Artecard (dopo aver esaurito gli ingressi gratuiti) e per accompagnatore di abbonato OpenMANN  http://openmann.it
Ridotto convenzioni € 8.00
Gratuito Cittadini sotto i 18 anni della Comunità Europea ed extracomunitari

Personale docente italiano della scuola di ruolo o con contratto a termine dietro esibizione di idonea attestazione rilasciata dalle istituzioni scolastiche, che dimostri la docenza nell’anno in corso

Portatori di handicap

altre condizioni di gratuità 

Biglietto Collezione Magna Grecia  € 1.50

l’accesso alla collezione Magna Grecia è subordinato all’acquisto di un biglietto aggiuntivo per il servizio

copriscarpe ed è disciplinato da regolamento  (PDF)

*il biglietto d’ingresso di qualunque tipologia è valido per la visita al Museo e alle mostre in corso. Non include la collezione Magna Grecia

Cinefila convinta e amante della letteratura da sempre. Di fronte a un foglio bianco la prima cosa che le viene in mente è: scrivere! Figlia della regola aristotelica per cui possiamo mettere ordine nel caos della vita solo attraverso una storia, con un inizio un mezzo e una fine. Accanita consumatrice di storie, le legge, le vede e le scrive. La sua citazione preferita, quella che un po' la descrive è: "L'unico modo per resistere alle tentazioni è cedervi". Laureata in Cinema, con una specializzazione in Scienze dello Spettacolo e della Produzione Multimediale, ha conseguito un Master in Cinema e Televisione con un focus in Sceneggiatura. Ha fatto script concept per Teatri Uniti e lo scouting dei film per Imago Company. Da sempre appassionata di letteratura, esprime quello che ha dentro con la scrittura. Ha spesso rubato da quello che vedeva tutti i giorni in treno mentre andava al lavoro oppure dalle esperienze delle amiche. Il suo desiderio più grande è pubblicare il suo primo romanzo.